/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 13 luglio 2020, 14:32

Buone notizie per Anffas Biella, prosegue la raccolta tappi

Spiegano Rizza e Manavella: “Sommersi da testimonianze d’affetto”. L’imprenditore Benassi tende una mano: “Ci pensiamo noi”.

anffas biella

“Abbiamo ricevuto decine di telefonate, di messaggi e di e-mail da parte di persone che volevano continuare a sostenerci, attraverso il progetto del recupero dei tappi di plastica. Una vera e propria montagna di solidarietà che non ci aspettavamo. Con enorme piacere, quindi, possiamo comunicare che l’iniziativa proseguirà. Un grazie di cuore a Edoardo Benassi, responsabile degli impianti della Benassi srl, che si occuperà della raccolta, del recupero e del riciclo della plastica dei tappi che continueremo a raccogliere come in passato”.

E’ raggiante Maria Teresa Rizza, presidente di Anffas Biellese, per l’intesa raggiunta con l’azienda torinese, che garantirà la prosecuzione del progetto che da anni consente all’associazione di raccogliere fondi per gli ospiti del proprio centro diurno, la cui sede è a Gaglianico. “Ma al di là dei soldi, preziosi, che recuperiamo, è sempre stato il valore umano della raccolta a colpirci positivamente - aggiunge Ivo Manavella, presidente della Cooperativa Integrazione Biellese -. Poter continuare a ricevere e a raccogliere, quotidianamente, montagne di tappi, è un’attestazione d’affetto da parte di tanti biellesi che ci riempie di gioia”.

“L’azienda è impegnata anche in altri progetti dai risvolti sociali. Ben venga questa collaborazione, quindi - spiega Edoardo Benassi -. Raccoglieremo direttamente noi i tappi, nella sede di Anffas. Lo faremo una o due volte alla settimana. E assicureremo un corrispettivo economico adeguato, anche se il mercato oggi garantisce meno margini di guadagno rispetto al passato. Questioni tecniche, molte delle quali legate al prezzo del petrolio. Forse ci rimetteremo qualche soldo, pazienza. La causa è ottima, ci sta. Con una onlus di Alba, collaboriamo per la realizzazione di alcuni pozzi in Africa. A Biella ben volentieri aiuteremo l’Anffas per questo progetto bellissimo”.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore