/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 08 luglio 2020, 10:57

Candelo è Città che legge per il 2020/21. Gelone: “Successo grazie ai tanti volontari”

candelo città legge

Candelo è Città che legge per il biennio 2020/21. Il comune biellese ha ottenuto l'illustre riconoscimento nella giornata di venerdì 3 luglio per il secondo biennio di fila. L'iniziativa è promossa dal Centro per il Libro e la Lettura, d'intesa con l'Anci, al fine di promuovere e valorizzare quelle amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di promozione della lettura. Il Centro è stato istituito nel 2007 ed è un istituto autonomo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo che dipende dalla direzione generale Biblioteche e Diritto d'Autore. L’intento del Centro è riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura, un valore riconosciuto e condiviso in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.

“Essere riconosciuti come Città che legge significa garantire ai propri abitanti l'accesso ai libri e alla lettura attraverso biblioteche, festival, rassegne o fiere – spiega il sindaco Paolo Gelone - Da anni, ad esempio, Candelo ha avviato il progetto Libri con la valigia grazie alla collaborazione anche di molti commercianti locali. Libri da prendere liberamente, leggere e lasciare altrove per far circolare la lettura il più possibile. È molto apprezzato anche il festival Fumetti al Ricetto, in grado di attrarre ogni anno appassionati e curiosi. E' un bel successo che nasce dalla progettualità e dalla collaborazione. Ci tengo a ringraziare in particolar modo i tanti volontari perché questo riconoscimento giunge anche grazie alle molte iniziative della nostra biblioteca civica Livio Pozzo che vede nel volontariato il suo cuore pulsante”.

g. c.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore