/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 08 luglio 2020, 09:54

Portula, alla comunità L'Albero si torna alla normalità: tornano a casa gli ospiti

Gli ospiti sono rientrati nella struttura, ristrutturata e sanificata.

comunità albero

Dopo tre mesi torna alla normalità la vita degli 11 ospiti della Comunità l'Albero di Portula, struttura dell'Unione Montana Valsesia che ha vissuto momenti molto critici a causa del Covid.“Noi abbiamo osato sognare e i sogni sono diventati realtà: è la frase che si legge sulla porta d’ingresso della Comunità L’Albero di Portula, dove sono finalmente potuti ritornare alla loro tranquilla quotidianità gli 11 ospiti, dopo un’epopea durata circa tre mesi", spiega Francesco Nuniziata, assessore ai Servizi Sociali dell'Unione, ripercorrendo i difficili mesi ormai alle spalle.

"Prima la scoperta del contagio e poi il trasferimento, man mano che gli ospiti si negativizzavano, all’Albergo Fontana San Rocco di Crevacuore. Due di loro sono dovuti essere trasportati a Legnano, perché il tampone negativo tardava ad arrivare", spiega Nunziata. Intanto, durante la convalescenza, la decisione di sanificare e intervenire sulla struttura, che ora, può finalmente riaccogliere tutti i ragazzi e i loro educatori.

“Ora, con il rientro in questo edificio ristrutturato e sanificato, tutto torna alla normalità - dice con soddisfazione Nunziata - grazie a un lavoro corale che ha visto la piena collaborazione tra Unione Montana Valsesia, Unione Montana del Biellese Orientale con il presidente Gian Matteo Passuello e tutto il personale dei servizi sociali guidato dalla responsabile Renata Antonini”. E i ragazzi, felici di essere finalmente tornati a casa, salutano sorridenti dalle finestre dell’edificio.

Dalla redazione di Vercelli - g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore