/ POLITICA

POLITICA | 03 luglio 2020, 10:36

Seab e Cordar, Italia Viva: "Totale assenza di confronto per i servizi essenziali"

Seab e Cordar, Italia Viva: "Totale assenza di confronto per i servizi essenziali"

"Le vicende che in queste settimane hanno interessato la governance delle società partecipate, in particolare Cordar e Seab, rivelano la solita mentalità lottizzatoria e nessuna volontà di cambiamento. Non è possibile trascurare il fatto che Cordar dovrà affrontare cambiamenti legislativi, per quanto concerne le politiche ambientali e, in particolare, la depurazione delle acque, che potrebbero pregiudicare gli attuali equilibri di bilancio. Ad esempio l’accoglimento di carichi da fuori provincia". A parlare sono alcuni amministratori di Italia Viva Biella (Roberto Galtarossa, Luca Forgnone, Grazia Prina Cerai e Giorgio Righini) che in una nota stampa hanno ribadito la loro posizione in merito alle società partecipate.

"Seab invece - si legge nella nota - si trova in una condizione prefallimentare per effetto di una guida poco accorta e necessita di figure con una specifica competenza ed una presenza costante nella gestione quotidiana di un servizio indispensabile per i biellesi. Lo scenario che abbiamo di fronte purtroppo è quello della solita spartizione di ‘poltrone a gettone’ che sembra più che altro mirata al potere piuttosto che ad una oculata gestione. Gli Amministratori di Italia Viva ribadiscono la fortissima preoccupazione per la totale assenza di confronto per quanto riguarda le strategie inerenti i servizi essenziali per il Biellese. Tutto questo avviene nelle segrete stanze delle segreterie dei partiti che si garantiscono reciprocamente posizioni di potere tipiche del manuale Cencelli. Tutto ciò non è utile per il Biellese e mina i principi fondamentali di una sana democrazia che si regge su un confronto chiaro e trasparente. Perciò siamo costretti a prendere atto che gli errori di ieri, perpetrati oggi, ricadranno sempre sui contribuenti biellesi".

Comunicato Stampa Italia Viva

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore