/ POLITICA

POLITICA | 02 luglio 2020, 07:30

La Lega biellese torna nelle piazze con 8 gazebo

L'obiettivo? Tesseramento e raccolta firme. La Lega sarà di scena a Valdilana, Biella, Mongrando, Cossato, Ronco Biellese e Viverone.

lega salvini

Questo fine settimana la Lega biellese torna in piazza e lo fa con 8 gazebo che copriranno tutta la provincia. Sabato 4 luglio saranno presenti: a Valdilana dalle 9 nei pressi della Banca Sella di Ponzone in piazza XXV Aprile; a Mongrando dalle 9 in piazza del Comune; a Biella sempre dalle 9 fino alle 12 in piazza Falcone (piazza del mercato); ancora a Biella dalle 14.30 in piazza S. Marta, infine a Cossato dalle 14.30 in piazza della Chiesa; domenica 5 luglio a Biella dalle 9 alle 12 nei pressi dell’ATL in via Lamarmora; a Ronco dalle 9 alle 12.30 in piazza Vittorio Veneto di fronte al Comune; infine nel pomeriggio a Viverone a partire dalle 15 fino alle 19 in Lungolago Europa nei pressi de La Palafitta.

“In tutti i gazebo si potrà sottoscrivere il tesseramento 2020 e si potrà sottoscrivere la petizione popolare finalizzata ad esprimere la propria contrarietà alla maxi-sanatoria dei clandestini, alla modifica dei decreti sicurezza di Matteo Salvini, al ripristino dei vitalizi per gli ex Parlamentari e a favore della proposta della Lega per la Pace Fiscale con saldo/stralcio di tutte le posizioni aperte con il Fisco - commenta il segretario provinciale Michele Mosca in una nota stampa - Finalmente torniamo in piazza con le dovute misure relative al distanziamento sociale post Covid per ribadire con forza la concretezza delle nostre idee a favore dei cittadini. La politica è passione, contradittorio e scambio di idee che possono anche non collimare ma comunque devono passare attraverso il confronto personale e non certo attraverso uno sterile dibattito via web che nel corso del tempo ha dimostrato tutta la sua debolezza ed impreparazione dei protagonisti”.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore