Il Rally Lana 2020 in diretta su newsbiella

 / CRONACA

CRONACA | 01 luglio 2020, 06:50

Incredibile nel Biellese il numero di interventi per salvataggio e recupero animali: 350 in sei mesi FOTO e VIDEO

Continua il nostro report sul lavoro svolto dal coordinamento territoriale della Protezione civile.

Incredibile nel Biellese il numero di interventi per salvataggio e recupero animali: 350 in sei mesi FOTO e VIDEO

Da inizio anno sono stati ben 350 gli interventi di salvataggio e purtroppo recupero, di caprioli, tassi, civette, volpi e altri animali selvatici, degli operatori del coordinamento territoriale di Protezione civile. Un numero tanto elevato che sembra quasi impossibile per un territorio tutto sommato piccolo come il Biellese. Eppure i dati lo confermano e le chiamate, spesso notturne, lo testimoniano.  

Anche in questo ultimo week end e nella giornata di lunedì, ad essere coinvolte sono civette, caprioli, tassi e piccioni. A Cavaglià proprio il rapace notturno si è appoggiato prima ad un comignolo per poi caderci dentro. L'animale è stato recuperato nella mattinata di sabato in via Macallè, preso in custodia e in tarda serata restituito alla natura. A poche ore di distanza, un altro suo simile è stato trovato ferito sulla strada, in zona via Milano a Biella Chiavazza. La civetta non riusciva a spiccare il volo, era disorientata. Anche lei è stata presa amorevolmente e curata dagli addetti. 

Alle 23, sulla provinciale tra Sostegno e Villa del Bosco, un automobilista ha bloccato l'auto in mezzo alla strada e avvisato i soccorsi per la presenza sull'asfalto di un capriolo di poche settimane di vita. L'operatore della Protezione civile è intervenuto con tutte le precauzioni del caso, senza toccarlo con le proprie mani per poi spostarlo in mezzo al bosco. Un fatto questo che permette alla mamma di riconoscerlo, avvicinarsi e continuare a nutrire. Fondamentale in questo caso è il "non toccare ne accarezzare il piccolo" altrimenti andrebbe incontro a morte sicura. 

Trascorre un'ora quando da Strona, frazione Boero, arriva una chiamata per una femmina di capriolo adulto investita da un'auto. Purtroppo, nonostante l'arrivo immediato degli addetti, per l'ungulato non c'è stato più nulla da fare. La tristezza di una morte è stata parzialmente alleggerita per il passaggio, nelle vicinanze, di due cuccioli di tasso che alla vista delle persone sono corsi alla disperata nel vicino boschetto. Buffissimo il vederli correre. Un vero spasso.

La notte è proseguita con altri due decessi, entrambi per investimento: prima un tasso maschio adulto a Lessona poi un capriolo sulla superstrada, nel comune di Valdengo. Entrambi gli animali sono stati recuperati. Lunedì nel pomeriggio, invece, protagonista del primo intervento della giornata è nuovamente una civetta caduta da un ramo a Cavaglià. Il motivo non è conosciuto ma il fatto ha creato molta apprensione tra i cittadini che hanno subito allertato i soccorsi. L'animale è stata catturato dagli addetti, portato via e liberato poi nell'oscurità della notte. A Ponderano due piccioni si sono messi nei guai e sono stati recuperati col guadino per la pesca. Una tecnica questa che consente un salvataggio sicuro prima di rimetterli in libertà. 

Nella serata, le guardie ittiche hanno avvisato il "collega" per un capriolo intontito a seguito di un investimento a Pray sulla strada per Coggiola. L'animale si è ripreso ed è tornato a correre velocemente per i boschi. Infine, nella notte tra domenica e lunedì, un leprotto non è riuscito ad attraversare indenne la strada provinciale 143 a Sandigliano. Morto sul colpo l'animale e paraurti rotto per una Alfa Romeo Mito di proprietà di un 30enne. E si continua a cercare di salvare vite, notte o giorno, festivo o lavorativo. Queste persone non hanno orari. PER LEGGERE IL PRIMO REPORT CLICCA QUI.

https://www.newsbiella.it/2020/06/26/leggi-notizia/argomenti/cronaca-5/articolo/caprioli-notte-da-incubo-tra-investimenti-e-pochi-sorrisi-insieme-agli-uomini-della-protezione-civi.html

Fulvio Feraboli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore