/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 29 giugno 2020, 19:28

Cordar, Martinazzo è il nuovo presidente: “Primo atto? Mi diminuisco l'indennità”

Insieme a lui entrano in Cda Laura Leoncini (quota Lega) e Michele Lerro (quota Pd).

cordar martinazzo

Cambio della guardia in Cordar. Da meno di un'ora si è conclusa l'assemblea della società biellese per la nomina del nuovo consiglio di amministrazione, che resta con tre membri. Alla presidenza si insedia Gabriele Martinazzo, in quota Forza Italia. Insieme a lui si siedono nel Cda Laura Leoncini, in quota Lega, e Michele Lerro, in quota Partito Democratico. “Sono soddisfatto – commenta a caldo Martinazzo, in passato già alla guida di Atl – e onorato di rivestire questo ruolo. Ringrazio tutto il gruppo provinciale di Forza Italia per avermi sostenuto in questa candidatura: dall'onorevole Roberto Pella passando per il senatore Gilberto Pichetto fino al coordinatore Alberto Fenoglio”.

Il primo atto del neopresidente è la riduzione dell'indennità della sua carica: da 20mila euro a 16mila euro con conseguente aumento della stessa per i consiglieri (da 10 a 12mila ciascuno). “Ho preso questa decisione – spiega Martinazzo – per dare la possibilità a entrambi di darmi una mano in maniera coesa e sinergica. Obiettivi? Da domani si comincia a lavorare: sarò molto presente in azienda e, nei prossimi mesi, visiterò i siti confrontandomi spesso con tutte le forze politiche, di ogni colore e grado”.

Auguri di buon lavoro sono arrivati dal coordinatore provinciale Fenoglio: “In bocca al lupo. Non c'è solo il prestigio, ma anche grande responsabilità nel ricoprire tale ruolo. Sono fiducioso che ci sarà il massimo impegno da parte di tutti”.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore