/ SPORT

SPORT | 17 giugno 2020, 07:50

E…state con la Ritmica, si parte al Palasport di Candelo

ritmica candelo

Da lunedì 15 giugno la Scuola di Ginnastica Ritmica di Tatiana Shpilevaya ha dato corso al programma E…state con la Ritmica: attività estiva aperta a tutte le bimbe e le ragazze che amano la disciplina dei piccoli attrezzi.

“Il nostro è un centro estivo “sportivo”, non convenzionale - spiega la DT Shpilevaya - in cui la principale attività svolta sarà la Ginnastica Ritmica (preparazione atletica, studio degli elementi, coreografia, ecc…), ma non solo, infatti ci sarà spazio anche per altre attività ludiche e di studio. Si svolge presso il Palasport di Candelo ed è aperto a tutte le bimbe e le ragazze (al massimo una trentina) che abbiano un minimo di preparazione tecnica tale da consentire loro di poter essere inserite nei vari gruppi che stiamo creando, in base all’età ed alla loro preparazione, elementi indispensabili per far sì che ognuna di esse possa accrescere la propria capacità nel campo della Ginnastica Ritmica e possa avere la giusta soddisfazione”.

L’attività prevista dura sette settimane, a partire da lunedì 15 giugno e fino a venerdì 31 luglio. “Lo staff di allenatori, che dirigo e che opererà, è quello della Scuola di Ginnastica della Rhythmic School e prevede Arianna Prete, Lena Chursina, Margherita Chiorino, Cristiana Berruti, Letizia Alberti, Martina Impallaria, Arianna Larice, Camilla Pavan e Giulia Peritore – prosegue - Le partecipanti ad E…state con la Ritmica avranno la garanzia di poter operare nella massima sicurezza in quanto la nostra associazione, oltre a rispettare ogni prescrizione emanata dalle autorità competenti, ha provveduto a dotarsi ed utilizzare un’ apparecchiatura certificata per la sanificazione della struttura”.

“Inoltre ad ogni iscritta è riservato uno spazio dedicato all’interno degli spogliatoi – conclude la DT – per quanto riguarda gli aspetti tecnici sono previsti, oltre agli allenamenti, test di gara (la federazione prevede la ripresa dell’agonismo dal prossimo autunno) e la produzione di un video che comprenderà tutte le partecipanti e che fungerà da saggio finale ad imperitura memoria di questa “particolare” stagione”.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore