/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 11 giugno 2020, 15:40

Gaglianico, riaprono le porte del centro diurno Anffas

Anffas

“Abbiamo aperto le porte del nostro centro, martedì 9 giugno e tutto è andato per il meglio. I nostri ragazzi infatti erano felici di poter riprendere le loro attività e ritrovarsi all’interno dei nostri e dei loro spazi abituali”. E’ davvero soddisfatta Maria Teresa Rizza, presidente di Anffas Biellese, per il ritorno alla normalità nel centro di assistenza diurno che si trova a Gaglianico, dopo la lunga chiusura dovuta all’emergenza sanitaria.

“I ragazzi erano tutti allegri e ben disposti rispetto alle molte novità legate alla prevenzione e alla sicurezza - racconta Mara Scantamburlo, responsabile del centro -. Nessun problema da nessun punto di vista. Tutti i nostri ospiti sono stati coinvolti nel nostro progetto denominato COndiVIDiamo19, che prevede la spiegazione, in linguaggio facile da capire di una serie di nome e di regole sull’igiene personale e la pulizia dei locali durante la loro permanenza. I nostri operatori hanno spiegato le diverse novità, all’ingresso. Tutti hanno ascoltato e capito l’importanza delle diverse argomentazioni, spiegate alla luce di quanto successo con il Covid-19. Dopodiché i quattro gruppi hanno iniziato le attività, divisi nelle varie stanze. Attualmente abbiamo 16 ospiti con 7 operatori al lavoro, cui va aggiunto il personale amministrativo”.

Ivo Manavella, presidente della Cooperativa Sociale Integrazione Biellese, spiega: “Oltre all’attività del centro, abbiamo avviato anche un servizio domiciliare, con nostri operatori che si recano nelle case per aiutare ragazzi e ragazze e, soprattutto, le loro famiglie. Il nostro personale accompagna a fare delle passeggiate oppure svolge insieme a queste persone delle attività ludiche, in casa. Insomma siamo ripartiti con grande energia e motivazioni, nel rispetto delle norme regionali, e avendo al centro del nostro lavoro le persone con disabilità e le loro famiglie”.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore