/ CRONACA

CRONACA | 06 giugno 2020, 10:42

Ancora positivi al decimo tampone: trasferiti a Legnano gli ultimi due ospiti della Comunità L'Albero di Portula

I ragazzi sono asintomatici e proseguiranno la loro terapia in Lombardia mentre la struttura viene sanificata per accogliere tutti i guariti

Ancora positivi al decimo tampone: trasferiti a Legnano gli ultimi due ospiti della Comunità L'Albero di Portula

Anche gli ultimi due ospiti rimasti alla Residenza Sanitaria della Comunità Alloggio “L’Albero” di Portula sono stati trasferiti nei giorni scorsi e da oggi, 6 giugno, la struttura sarà sottoposta a bonifica da parte di una ditta specializzata ed autorizzata, quindi si procederà con i lavori di imbiancatura e messa in sicurezza dello stabile.

Seppur asintomatici, i due ragazzi sono risultati positivi al decimo tampone e per questo trasferiti a Legnano, in una residenza socio-sanitaria polifunzionale, messa a disposizione dalla Cooperativa Anteo. "I due - spiega l’assessore ai Servizi Sociali dell’Unione Montana Valsesia, Francesco Nunziata - seguiranno un piano sanitario che si prevede durerà quindici giorni, saranno accuditi dai loro educatori in modo che non subiscano alcun trauma psicologico, finché non saranno dichiarati guariti e potranno far ritorno alla Comunità di Portula".  

Nunziata sottolinea come il trasferimento sia frutto di un lavoro di squadra, che ha visto la stretta collaborazione tra i Servizi Socio-assistenziali dell’Unione Montana, l’Asl di Vercelli, la Croce Rossa, l’Unione Montana dei Comuni del Biellese Orientale: "Ringrazio i tanti soggetti che si sono adoperati per far sì che tutto si svolgesse nel migliore dei modi: gli altri 9 ospiti della Comunità Alloggio L’Albero già da un mese si trovano a Crevacuore, dove la ditta Gabella ha messo a disposizione l’Albergo Fontana San Rocco – aggiunge Francesco Nunziata – e stanno continuando a svolgere le loro normali attività psico-fisiche, seguiti dai loro educatori. Ad inizio luglio potranno tornare nel loro alloggio a Portula, ove saranno presto raggiunti anche dai due ragazzi curati a Legnano, con l’auspicio che arrivi la doppia negatività al tampone che permetterà loro di rientrare in Valsessera".

Nunziata, dopo questi mesi complicati, si dice finalmente rassicurato dagli ultimi sviluppi della difficile situazione che ha riguardato la Comunità Alloggio di Portula: "Il dispiacere più grande è quello di aver perso la cara Paola – dice commosso l’Assessore – che purtroppo nel mese di aprile, a causa di patologie pregresse, non è riuscita a superare il virus. Per quanto riguarda tutti gli altri ospiti, fortunatamente erano asintomatici e questo ha permesso di gestire il problema in sede, grazie alla disponibilità del personale. Presto la maggior parte di loro è risultata negativa al tampone ed ha potuto essere trasferita a Crevacuore per la convalescenza. Rimanevano gli ultimi due ospiti, per i quali non è stato semplice individuare una soluzione. Ora anche quest’ultimo problema è risolto, ci auguriamo con il prossimo mese di poter tornare alla normalità – conclude Nunziata – per restituire a questi ragazzi la loro tranquilla quotidianità nella residenza “L’Albero” che ormai è la casa di tutti loro".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore