/ POLITICA

POLITICA | 04 giugno 2020, 12:44

Movimento 5 Stelle Biella: "Precisiamo a Chiorino che il ministro era in aula durante la discussione del Decreto Scuola

"Quando la Chiorino parla di assenze in aula probabilmente si confonde con una sua alleata che non frequentando spesso l’ambiente confonde commissioni e aula parlamentare".

Foto ricevuta dal Movimento 5 Stelle Biella

Foto ricevuta dal Movimento 5 Stelle Biella

Nota stampa del Movimento 5 Stelle Biella a sostegno del ministro Lucia Azzolina e in risposta alle dichiarazioni dell'assessore regionale Elena Chiorino. "E dopo le sterili esternazioni dell’on. Patelli arriva a dare man forte l’assessore regionale Chiorino. Con termini carichi di palese livore accusa la ministra Azzolina rea, a suo dire, di non essersi presentata in aula durante la discussione del decreto scuola etichettando tale assenza come clamorosa e ripetuta. Vorremmo far presente all’assessore che la ministra in aula c’era.

Lucia Azzolina si divide da sempre tra MIUR e lavori parlamentari, tavoli tecnici, riunioni, lavorando h24 sette giorni su sette, rimettendo mano ad un mondo quello della scuola, abbandonato da più di venti anni di mala politica, svolgendo il suo lavoro senza risparmiarsi mai, in un contesto di pandemia mondiale che perdura da tre mesi. In Tv Lucia Azzolina è presente con parsimonia e solo per informare, così come i suoi social sono uno strumento in più rispetto alle sedi istituzionali, un luogo virtuale dove sin dall'inizio lo scopo è stato quello di divulgare informazioni in modo puntuale e trasparente.

Quando la Chiorino parla di assenze in aula probabilmente si confonde con una sua alleata che non frequentando spesso l’ambiente confonde commissioni e aula parlamentare. Per quanto riguarda lavoro e social, probabilmente anche in questo caso è sconcertata, essendo abituata alle perenni campagne elettorali del suo leader che, quando era ministro trovava con maggior facilità qualsiasi piazza d’Italia piuttosto che il Viminale inoltre, chi non ricorda le sue immagini con nutella o salumi, dimostrazione di serietà, attaccamento al lavoro e impegno.

Chiorino, Patelli e i vari esponenti del centro destra Piemontese, anzichè parlare di Lucia Azzolina dovrebbero pensare all'immagine che il centrodestra italiano sta dando al paese in questo momento difficile, dove si chiede collaborazione e unità. Un'immagine che si traduce nella peggior risposta possibile ovvero una totale mancanza di rispetto al Paese: offese e insulti a Mattarella, violazione di tutte le condotte sulla protezione della salute pubblica (speriamo non ci siano nuovi infetti e decessi), presenza di estremisti di Forza Nuova a braccetto con leghisti e fratelli d'Italia.

Assembramenti, baci, abbracci e selfie utili solo per i social. Una sequela di occasioni perse, da parte dei loro leader, che in questo modo pensano di contribuire ad aiutare il Paese e i milioni di italiani difficoltà. Se hanno voglia di collaborare, diano un contributo fattivo, andando a lavorare nelle commissioni parlamentari e nelle aule parlamentari, dove non si vedono mai. Sono solo selfie, slogan e chiacchiere".

comunicato M5S - f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore