/ CRONACA

CRONACA | 03 giugno 2020, 18:14

Biella - Doppia spedizione punitiva ai giardini Arequipa: 6 minorenni picchiano un coetaneo di 16 anni

Per il giovane, 21 giorni di prognosi. L'agguato è scaturito da una discussione su un gioco online in collegamento tra loro. 10 i giovanissimi nei guai. Gli agenti della Squadra volante hanno identificato tutti i responsabili.

Foto di repertorio

Foto di repertorio

La brutale aggressione ad un 16enne, avvenuta nella notte tra il 31 maggio e il 1° giungo ai giardini Arequipa di Biella, è costata 21 giorni di prognosi, per una pietra scagliata con violenza sul capo del ragazzo. Tutto è nato da una discussione mentre i giovani erano in collegamento online su Fortnite, un gioco in voga attualmente e che sta spopolando tra ragazzini e adulti sui social e su piattaforme in streaming. Il gioco è uno "spara tutto" multiplayer in cui 100 giocatori si affrontano per determinare il migliore. Questo avviene tramite l'uccisione degli avversari anche con scontri a fuoco e la possibilità di costruire strutture di protezione individuale. Probabilmente i giocatori si erano presi in giro e il gruppetto, desideroso di vendetta, ha organizzato il doppio agguato. 

Un primo tentativo di spedizione punitiva è avvenuto il 30 maggio quando il 16enne è stato avvicinato da 8 coetanei tutti di età compresa tra i 15 e 20 anni. A quel punto, tra gli aggressori, sarebbe spuntata, da sotto i vestiti, una mazza da baseball e un coltello. Dalle testimonianze erano presenti alla spedizione anche due ragazze che avrebbero incitato i compari a picchiarlo. Alla vista dei due oggetti contundenti, il ragazzino impaurito, è riuscito però a scappare a casa, seminando gli aggressori.

La notte successiva, tra il 31 maggio e il 1° giugno, intorno alla mezzanotte, il 16enne è stato nuovamente affrontato da 6 coetanei aggressori che dopo averlo minacciato verbalmente, lo hanno inseguito, raggiunto per poi picchiarlo e in particolare colpendolo alla testa con una pietra, procurando un profondo una ferita tra l'arcata sopraccigliare e la tempia. Il 16enne è stato poi medicato al pronto soccorso dell'ospedale di Ponderano dove i medici hanno emesso un bollettino con 21 giorni di prognosi. Gli agenti della Squadra volante della Polizia, intervenuti in via Addis Abeba, hanno identificato tutti gli aggressori, 10 il totale nelle due spedizioni punitive, segnalandoli al tribunale dei minori di Torino, dove a breve verranno convocati.  

Fulvio Feraboli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore