/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 30 maggio 2020, 09:12

Gli studenti del “G. Pastore” di Gattinara in finale ad Impresa in Azione

Nel programma sostenuto dalla Camera di Commercio di Biella e Vercelli hanno presentato un progetto di tazzina da caffè ecosostenibile dopo avere seguito il percorso di eduzione all’imprenditorialità di Junior Achievement

Foto pagina Facebook Istituto “G. Pastore”

Foto pagina Facebook Istituto “G. Pastore”

Al termine di una finale per la prima volta interamente digitale, il 21 maggio gli studenti dell’Istituto “G. Pastore” di Gattinara (VC) hanno partecipato alla fiera di Impresa inAzione, programma dell’associazione no profit internazionale JA Italia, il programma di educazione all’imprenditorialità di Junior Achievement Italia che, nonostante l’emergenza Covid-19, non siè mai fermato, come la sempre virtuosa collaborazione con la Camera di Commercio di Biella e Vercelli, che ne condivide i valori sostenendo i programmi di JA Italia.

Un’edizione unica con focus sulle capacità digitali e le materie STEM, indispensabili per i ragazzi al fine di sviluppare competenze per inserirsi nel mondo del lavoro di domani e affrontare le sfide che li attendono. Mai come quest’anno, infatti, Impresa in Azione è un ponte non solo persuperare il divario tra scuola e mondo del lavoro, ma un’opportunità per gli studenti di affrontare questo periodo di difficoltà sfruttando le loro abilità nell’utilizzo delle nuove tecnologie per portare a compimento i loro programmi.

"Una delle parole chiave della situazione che si è venuta a creare a causa della pandemia - ha commentato il Segretario Generale della Cciaa di Biella e Vercelli, Gianpiero Masera - è 'resilienza', che è esattamente la capacità che hanno dimostrato i nostri ragazzi con questo progetto. Non si sono lasciati abbattere, si sono attivati e hanno saputo reagire positivamente e con modalità per alcuni aspetti del tutto nuove. Per questo è fondamentale premiarli e riconoscerei loro meriti. Questa esperienza sarà sicuramente d'aiuto per i loro percorsi futuri, qualunque cosa decideranno di fare. E sono certo che in ogni caso ci sarà un arricchimento del nostro tessuto imprenditoriale e lavorativo, oggi più che mai necessario per risollevare le sorti del nostro Paese. Missione a cui le Camere di Commercio stanno dedicando moltissime energie".

Gli studenti hanno partecipato al programma senza farsi fermare dalle limitazioni imposte dall’attuale situazione di emergenza. Si ringraziano gli insegnanti Paolo Baltaro e Nunziatella Grasso per l’impegno e l’entusiasmo, attraverso la tecnologia hanno potuto dar vita a una vera epropria start up creandone il relativo prodotto, che hanno presentato a una giuria qualificata allafiera regionale, la finale locale di Impresa in azione.

Gli studenti dell’Istituto “G. Pastore” di Gattinara (VC) seppur non vincitori, hanno convinto la giuria formata da rappresentanti di aziende e professionisti, con il progetto “The Eco Cup JA” tazzine da caffè prodotte utilizzando lolla di riso e quindi completamente riciclabili. La mission aziendale è quella di coniugare la tradizione di bere un buon caffè, dall’altra l’innovazione, che siconcretizza in un materiale eco sostenibile, che porta con sé l’etica sui materiali di scarto. Quindi non solo si va a trovare un’applicazione di un materiale difficile da smaltire come la lolla di riso, ma viene trasformata in un formato di tazzina non ancora esistente sul mercato e che è di uso frequente e quotidiano, andando ad abbattere drasticamente la plastica di cui sono prodotti ancoraoggi molti bicchierini in circolazione.

Il team The Eco Cup JA è stato molto apprezzato dalla giuria per la maturità e concretezza dimostrata. Apprezzata anche la completezza della documentazione e per la presentazione. Si sono presentati alla call conference in divisa e c'era un'ottima suddivisione dei ruoli. L'annual report ha ricevuto una buona valutazione, così come il pitch ma il gruppo non si è aggiudicato la vittoria a causa dei calcoli di costi di produzione sottostimati. Il principale apprezzamento è arrivato in virtù della connessione con il territorio e il lavoro con le aziende locali, oltre che, naturalmente, per l'attenzione posta all'impatto ambientale.

I vincitori invece parteciperanno alla prima storica finale nazionale virtuale BIZ Factory, il 5 giugno prossimo attraverso un evento interamente digitale mai visto prima. In questa occasione, seppure solo virtualmente, oltrepasseranno i confini locali affrontando le classi finaliste delle altre regioni italiane per il titolo di Migliore Impresa JA 2020. La classe vincitrice avrà, inoltre, l’opportunità di percorrere il ponte verso l’Europa che questa iniziativa offre e avrà l’onore di rappresentare l’Italia a livello europeo nella JA Europe Company of the Year Competition in una stimolante esperienza virtuale internazionale in Portogallo.

“Nonostante tutto quello che è successo, e sta succedendo, è davvero una grande soddisfazione sapere di essere riusciti a portare a termine il programma, arrivando alle finali regionali, senza maifermarci”  ha dichiarato Antonio Perdichizzi, Presidente di Junior Achievement Italia. “Il percorso di Impresa in Azione è un percorso che cerca di allenare l’imprenditorialità e il problem solving. E, mai come quest’anno, i ragazzi sono stati chiamati a risolvere un grande problema a causa di questa emergenza. Ma, allo stesso tempo, hanno potuto constatare che con impegno e passione si possono sempre raggiungere gli obiettivi prefissati. È davvero importante, quindi, che i ragazzi sappiano sfruttare al meglio quest’opportunità, imparando qualcosa di utile per il lorofuturo da questa vicenda”.

Junior Achievement, la più vasta associazione non profit dedicata all’educazione economico imprenditorialenella scuola, presente in Italia dal 2002, da più di 17 anni attraverso Impresa in Azione aiuta i giovani a sviluppare quel mix di abilità trasversali quali spirito d’iniziativa, assunzione di responsabilità, team working, perseveranza, creatività, negoziazione, fiducia in sè stessi che, uniti a competenze di tipo economico-finanziario, costituiscono una competenza “imprenditoriale”.

Abilità che risultano essere sempre più importanti in questo periodo in cui i ragazzi sono ancora più esposti all’abbandono scolastico, già a livelli allarmanti nel nostro paese, e hanno ancora più bisogno di un supporto nell’orientamento. Per questo motivo, Junior Achievement ha realizzato un Manifesto delle Competenze Trasversali (disponibile a questo link) facendosi portavoce della richiesta di docenti, dirigenti scolastici, genitori, studenti, aziende, Enti del terzo settore e Istituzioni, affinché i programmi volti a trasferire tali competenze non vengano abbandonati a favore di un ritorno al programma scolastico in senso stretto, ma anzi implementati con maggiore convinzione.

Impresa in Azione è il più diffuso programma di educazione imprenditoriale per tutte le tipologie discuola superiore, riconosciuto dal MIUR (Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca) come “Percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento (PCTO)”. In 17 anni hacoinvolto oltre 100 mila studenti italiani, 400 mila all’anno in tutta Europa e, in Italia, ha generato nell’anno scolastico 2018/2019 oltre 750 mini-imprese di studenti, ognuna delle quali ha realizzatoun prodotto o un servizio con un buon potenziale di mercato. In Piemonte Impresa in Azione è sviluppato grazie al prezioso contributo di Accenture, BNY mellon, BTMU, Campari, EY, HSBC, Italia Camp, Tim, Zurich, Unioncamere.

Riconosciuto dalla Commissione Europea come “la più efficace strategia di lungo periodo per la crescita e l’occupabilità dei giovani”, nell’anno scolastico 2018/2019 ha visto la partecipazione dioltre 14 mila studenti, con l’aiuto di oltre 400 volontari aziendali.

JA ItaliaJunior Achievement è la più vasta organizzazione non profit al mondo dedicata all’educazione economico-imprenditoriale nella scuola. In 122 Paesi, la rete di JA riunisce oltre 450.000 volontari d’azienda provenienti da tutti i settori professionali e, con loro, raggiunge più di 10 milioni distudenti al mondo. Nel 2020, per il secondo anno consecutivo, Junior Achievement è stata inseritada NGO Advisor al settimo posto nella classifica mondiale Top500NGO. Dal 2002, in Italia, ha costruito un network di professionisti d’impresa, fondazioni e istituzioni, educatori e insegnanti che, secondo logiche di responsabilità sociale e volontariato, forniscono strumenti e metodi didattici pratici e concreti. Grazie a loro, JA Italia ha formato nell'a.s. 2018/2019 quasi 50 mila giovani dai 6 ai 24 anni, valorizzandone le attitudini, insegnando loro come riconoscere le opportunità, affinché il futuro diventi una promessa di speranza e gli studenti di oggi siano protagonisti nel lavoro di domani. www.jaitalia.org

Comunicato Stampa Camera Commercio e JA Italia - a.b.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore