/ CRONACA

CRONACA | 28 maggio 2020, 12:16

Mascherine e guanti buttati a terra, nuovi casi di inciviltà a Biella

“L'attenzione del Comune è massima su questa questione ma non è facile cogliere sul fatto il trasgressore – ammette il vicesindaco Giacomo Moscarola.

mascherine terra

Aumentano in maniera preoccupante i casi di abbandono a terra di mascherine e guanti in diversi punti della città di Biella. A segnalarli, ancora una volta, diversi scatti di alcuni lettori davvero inviperiti, a pochi passi dalla scuola media di via De Amicis, a Chiavazza. Non bastano, quindi, le campagne di sensibilizzazione del personale medico e i continui appelli delle istituzioni, non ultimo il sindaco Claudio Corradino, per contrastare un fenomeno in via di progressione che comincia a preoccupare diverse realtà cittadine.

Ignoranza, cattive abitudini, sostanziale menefreghismo o incoscienza. Qualunque sia la ragione sono inaccettabili simili comportamenti tali da mettere a repentaglio la salute di tutti. Non più tardi di dieci giorni fa lo stesso primo cittadino di Biella (leggi qui) si era scagliato con foga contro questi incivili minacciando multe pesanti e denunce penali in caso di flagranza.

“L'attenzione del Comune è massima su questa questione ma non è facile cogliere sul fatto il trasgressore – ammette il vicesindaco Giacomo Moscarola – Chi trova per terra mascherine e guanti chiami l'ufficio Ambiente del Comune, che si occuperà della rimozione”.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore