/ SPORT

SPORT | 25 maggio 2020, 06:50

L'ItalVolley femminile arriverà a Biella in preparazione all'Olimpiade 2021

Sarebbe dovuta arrivare a luglio 2020 ma il lockdown ha cancellato Tokio rimandandolo di un anno. Così nel 2021 l'Italia di Chirichella giungerà in città poco prima della partenza per il Giappone.

Foto Fipav Fvg

Foto Fipav Fvg

“Prima di partire per le Olimpiadi saremo a Biella”, sono le rassicurazioni in arrivo dalla Federvolley. Un appuntamento solo rimandato di un anno ma ormai certo. Nel 2021 la Nazionale italiana di volley femminile approderà in città in vista di Tokio. 

Era tutto pronto. Biella, prima del lockdown, era stata designata per diventare la casa di Cristina Chirichella, Paola Egonu e Lucia Bosetti. Ovvero le nostre portacolori del volley, già vice campionesse del Mondo, a regalare all’Italia una medaglia olimpica. Il Coronavirus ha però cancellato le Olimpiadi e di conseguenza la data di Biella, che per la prima volta nella sua storia era pronta a ospitare la Nazionale seniores del volley femminile.

L'appuntamento sarebbe dovuto arrivare una settimana prima della partenza e quindi non una data a caso. Accordo chiuso tra il dream team del ct. Davide Mazzanti che dopo il sopralluogo, aveva stabilito che Biella e i suoi impianti, sarebbero stati l'ideale per quel fondamentale momento. Era già nato un comitato organizzatore trainato dalla Virtus Biella. Proprio il club di Chiavazza aveva proposto e spinto la nostra città al fine di far arrivare la Nazionale. 

"Era tutto da organizzare ma sicuro -commenta il ds nerofucsia, Franco Vecco Garda- poi il Coronavirus ha mandato tutto in aria. Dispiace che sia saltata quest'anno, speriamo di tornare alla normalità e quindi in futuro riprogrammare la nuova presenza della Nazionale così come sarebbe dovuto accedere tra pochi giorni". 

Insomma, un bel lustro per il BiellaForum, dopo la Fed Cup del tennis. Per la prima volta in assoluto, sotto il Mucrone, giocheranno le già vice campionesse del Mondo magari in match di cartello, come sarebbe dovuto avvenire quest'anno, prima che l'emergenza Coronavirus cancellasse tutto.

"Avevamo detto che volevamo regalare a Biella almeno un grande evento sportivo all’anno - ricorda l’assessore allo Sport Giacomo Moscarola - così dopo la Gran Piemonte di ciclismo e l’Italia Under 20 del calcio eravamo pronti a una dieci giorni di volley internazionale, con l'ultima tappa a Biella prima delle Olimpiadi. La trattativa era avviata anche per una partita che avrebbe portato la nostra città su tutte le cronache sportive internazionali (Serbia, ndr)". Perché poteva essere il match maggiormente candidato dai bookmakers per trasformarsi nella finale olimpica.

Complice il Coronavirus è tutto slittato di un anno: "Ancora negli scorsi giorni abbiamo avuto dei contatti con i vertici dell’Italvolley - svela Moscarola - e ci siamo lasciati con un arrivederci. I contatti sono avviati, ci abbiamo creduto dall’inizio, ora prosegue uno splendido rapporto: Eravamo onorati dell’opportunità e anche degli apprezzamenti giunti dai tecnici per l’impiantistica sportiva della città".

Fulvio Feraboli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore