/ CULTURA E SPETTACOLI

CULTURA E SPETTACOLI | 24 maggio 2020, 07:50

Sia Luce, riprende il progetto della Parrocchia di Santo Stefano

Sia Luce, riprende il progetto della Parrocchia di Santo Stefano

Il progetto Sia Luce della Parrocchia di Santo Stefano riprende oggi, domenica 24 maggio: con la riapertura delle chiese al culto, si apre la possibilità di un nuovo percorso di arte sacra contemporanea inserito nel Duomo di Biella. Da oggi, nella prima cappella di ingresso sulla destra è collocata l’opera di Alessandra Maio, "Preghiera".

Alessandra Maio utilizza la scrittura come mezzo espressivo. La parola è parte integrante e significativa delle sue opere, anche se talora le scritte sono così minute da sembrare solo colore. Un occhio abituato e attento coglie invece le frasi ripetute in modo quasi ossessivo.

In “Preghiera” (2018) una lunga e reiterata frase scritta assume il carattere di un rituale, un mantra: un processo quasi performativo, che nasce nel solco di una esperienza interiore. L’opera è una collana, o meglio un japa mala (che vorrebbe dire ghirlanda per mormorare), composta da 108 grani, formati da fogli di carta di quaderno scolastico appallottolati, in cui ha scritto a mano sempre la stessa frase “non voglio continuare a sbagliare”.

Questo lavoro è una meditazione su quella perfezione a cui tanto si anela ma che è sempre lontana. Nasce dall’osservazione degli errori che si continuano a fare e da una profonda analisi che ha portato l’artista a capire che “io sono anche i miei errori”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore