/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 24 maggio 2020, 10:46

Plasma iperimmune: al via la sperimentazione piemontese con la raccolta da volontari

Dovranno avere tra i 18 ai 60 anni, senza sintomi da almeno 15 giorni e non aver subito trasfusioni.

plasma iperimmune

E' imminente l'inizio di una sperimentazione piemontese sull’efficacia della terapia, in pazienti con forme severe di malattia Covid-19, attraverso plasma ricavato da soggetti guariti da infezione da Coronavirus. Il cosiddetto plasma "iperimmune".

In attesa dell’arruolamento dei pazienti candidati alla sperimentazione, è iniziata presso il Servizio Trasfusionale dell’ASL Città di Torino, diretto dal dottor Massimo Milan, la raccolta del plasma iperimmune. Per poter effettuare la donazione di plasma., è richiesta un'età tra i 18 e i 60 anni, non avere avuto trasfusioni di sangue, se donne, non avere avuto gravidanze o aborti e non avere sintomi da infezione da SARS Cov 2 da almeno 15 giorni. 

I dipendenti che, rientrando nei criteri su esposti, desiderano offrire la propria disponibilità a donare il plasma, possono contattare il personale del Servizio Trasfusionale ai numeri 011.2402927 (sede Ospedale San Giovanni Bosco), 011.4393205 (sede Ospedale Maria Vittoria), 011.70952240 (sede Ospedale Martini), oppure inviare una mail a trasfusionale@aslcittaditorino.it. 

Sarà concordata una data per l'esecuzione di un controllo laboratoristico preliminare (il prelievo sarà eseguito nella sede trasfusionale  del presidio ospedaliero  dove il dipendente lavora). La raccolta del plasma, su appuntamento, sarà eseguita  nella sede trasfusionale  dell’Ospedale Maria Vittoria Palazzina P 4° piano.

Dalla redazione di Torino - g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore