/ SPORT

SPORT | 23 maggio 2020, 09:39

Lo sport ai nastri di partenza: La Fondazione apre il bando “Sport+”

Lo sport ai nastri di partenza: La Fondazione apre il bando “Sport+”

Si è aperto il 20 maggio il bando “Sport+” destinato a promuovere le attività sportive 2020/2021. Come sempre la Fondazione sostiene l'attività sportiva giovanile nella consapevolezza che essa rappresenta un fattore chiave per una crescita equilibrata dei giovani e di conseguenza dell'intero territorio.

In un momento di crisi dei valori fondamentali, l'azione della Fondazione è volta a mantenere viva l'attività sportiva in tutte le sue forme non professionistiche, favorendo il raggiungimento di obiettivi di carattere sociale, con positive ricadute sull'educazione e sulla crescita delle fasce giovanili e più deboli. Largo dunque alle proposte di Enti e associazioni che dovranno essere presentate entro le ore 16 del 3 luglio 2020 con particolare riguardo alle associazioni sportive che presenteranno sul territorio provinciale progetti rivolti alla fascia d’età 4 – 16 anni.

“Riteniamo che in questo momento in cui i nostri bambini e ragazzi sono stati particolarmente colpiti dagli effetti del lockdown con aumento della sedentarietà e azzeramento del confronto e del gioco con i coetanei sia particolarmente importante sostenere attività sportive a loro dedicate – commenta il Presidente Ferraris – Solo garantendo ai giovani una corretta attività fisica non agonistica è possibile infatti favorire un armonioso sviluppo personale”.  

Il bando inoltre intende sostenere progetti finalizzati alla promozione e valorizzazione della pratica sportiva privilegiando in particolare iniziative che valorizzano lo sport come elemento per prevenire l'aggravarsi di forme di marginalità e disagio sociale giovanile e per facilitare una più elevata inclusione ed integrazione promuovendo la diffusione della cultura, dell'accoglienza, del rispetto e della solidarietà.Rifiuto della violenza e dell'intolleranza e un approccio allo sport che privilegi i valori del rispetto e della solidarietà sono i valori alla base del bando che vede lo sport come fattore di aggregazione sociale ed alternativa ad una vita sedentaria.

Grazie a “Sport+” la Fondazione vuole favorire la partecipazione di bambini e giovani che faticano ad avvicinarsi al mondo dello sport, soggetti con disabilità e/o minori provenienti da contesti famigliari in condizione di disagio sociale. Data la coincidenza delle finalità con il progetto proprio della Fondazione "Muse ad Olimpia" non è possibile presentare domanda per entrambi. II contributo massimo erogabile per le richieste non potrà essere superiore a 5mila euro.
Gli uffici della Fondazione sono a disposizione telefonicamente o su appuntamento per approfondimenti.

Comunicato Stampa Fondazione CRB

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore