/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 23 maggio 2020, 06:50

Mascherine obbligatorie nei parcheggi dei centri commerciali e chiusura ristoranti entro l'una di notte

Nuova ordinanza firmata dal presidente della Regione, Alberto Cirio. Intanto il Piemonte apre le porte alla Liguria: dalla prossima settimana saranno consentiti gli spostamenti tra le due regioni per visitare i congiunti

Mascherine obbligatorie nei parcheggi dei centri commerciali e chiusura ristoranti entro l'una di notte

Mascherina obbligatoria in parcheggi e pertinenze dei centri commerciali e chiusura dei locali di ristorazione entro l'una di notte. Sono queste le nuove disposizioni previste dal l'ordinanza firmata ieri sera, 22 maggio, dal presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio. 

Come anticipato in mattinata durante la conferenza stampa, il documento introduce l’obbligo di utilizzo della mascherina in tutte le aree di pertinenza dei centri commerciali (ad esempio parcheggi e aree gioco). 

Inoltre, l'ordinanza regola la chiusura degli esercizi di ristorazione e somministrazione alimenti stabilendone il coprifuoco all'una di notte massimo, ma lasciando ai sindaci la possibilità di introdurre maggiori restrizioni o particolari modalità di somministrazione, qualora ne riscontrassero l'esigenza, per evitare assembramenti.

Nel frattempo il Piemonte fa un ulteriore passo avanti verso il ritorno alla normalità, come ha spiegato in sede di conferenza stampa il governatore della Regione: "Dalla prossima settimana sulla Liguria, per le province di Savona, Genova e Imperia e quelle di confine, Cuneo e Alessandria, autorizzeremo la possibilità di transiti per le visite ai congiunti. Non dev'essere una scusa per fare il weekend al mare, per questo aspetteremo ancora qualche giorno".

Secondo un accordo raggiunto con il presidente Giovanni Toti, sarà quindi possibile già dalla prossima settimana spostarsi tra Piemonte e Liguria per recarsi dai parenti. Nessun accordo analogo è stato invece al momento raggiunto con Lombardia e Valle d'Aosta. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore