/ POLITICA

POLITICA | 20 maggio 2020, 07:00

Parco Burcina, Pd: "Sparisce un cartello commemorativo e non si conoscono i progetti di sviluppo"

Interrogazione consiliare da parte del gruppo democratico rivolta al sindaco Corradino e all'assessore competente.

Parco Burcina, Pd: "Sparisce un cartello commemorativo e non si conoscono i progetti di sviluppo"

"Quando era stato messo a dimora una pianta di Ficus Carica, era stato posto un cartello commemorativo che da alcune settimane, inspiegabilmente, è scomparso. Non solo, vorremmo conoscere i progetti di sviluppo sul Parco Burcina e quali siano i rapporti istituiti e azioni scaturite, in questo primo anno di mandato dall'amministrazione comunale, con l’ente di gestione". L'interrogazione del gruppo consiliare del Pd è stata inviata al siandaco Corradino e all'assessore competente, la cui risposta verrà data al prossimo consiglio comunale del 26 maggio. 

Le premesse. "Non c’è visitatore che non attribuisca valore ambientale, naturalistico, affettivo al 'Parco Burcina -precisano i consiglieri di minoranza-. La cura intensiva ed efficace del 'malato verde' è iniziata nel 2016, con la collaborazione instaurata tra i Comuni di Biella (proprietario quasi esclusivo del Parco) e Pollone unitamente all’Ente di gestione delle Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore. La Regione Piemonte, attraverso l’azione del consigliere Barazzotto, ha garantito alcuni stanziamenti specifici di importo significativo con i quali è stato possibile programmare interventi di salvaguardia del patrimonio esistente, nuovi impiantamenti ed attività didattico-divulgative. Dopo anni di incuria è stato pianificato un importante e mirato lavoro di pulizia degli alberi monumentali, delle macchie di rododendri, delle cunette di raccolta e regimazione delle acque ed il risultato eccezionale è stato ottenuto grazie all’attività appassionata dei pochi operai giardinieri dell’Ente, in parte affiancati da operai forestali.

La manutenzione delle piante e delle strutture sta nuovamente scivolando verso una pesante trascuratezza. Nella pianta organica dell’Ente non pare siano previste nuove figure professionali specifiche per il trattamento del Parco, dove al momento vi è un solo operaio in attività. I progetti di valorizzazione di tutto il Parco hanno gettato i semi per una nuova e diversa fruizione dello stesso, in particolare per l’impegno del consigliere delegato dell’Ente di gestione Ramella che ha coinvolto scuole di ogni ordine e grado, Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio del Piemonte, Club di servizio ed altri soggetti.

Ogni anno il giorno 21 novembre è dedicato alla 'Giornata nazionale degli alberi' e in occasione di questa ricorrenza, nel 2017, al Parco si è svolta la prima edizione dell’evento intitolato 'Un albero accogliente' e la presenza dei rappresentanti delle comunità religiose (buddista, cattolica, ebraica, islamica, valdese, di Bose), delle associazioni ambientaliste (WWF, Legambiente) e degli alunni delle scuole di Pollone ne ha sottolineato il messaggio di pace e fratellanza nel rispetto tra uomo e natura. Per il significato altamente simbolico che riveste, si era perciò scelto di mettere a dimora una pianta di Ficus Carica, insieme ad un cartello commemorativo da alcune settimane inspiegabilmente scomparso". 

f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore