/ 

In Breve

| 26 aprile 2020, 07:50

Ponderano celebra il 25 Aprile e ricorda i cittadini che hanno dato la vita per la libertà FOTOGALLERY

Il sindaco Roberto Locca: "Oggi è la festa della speranza, della civiltà. La guerra che stiamo vivendo si potrà vincere solo tutti insieme e restando a casa"

Foto Fighera

Foto Fighera

La commemorazione del settantacinquesimo anniversario della Liberazione a Ponderano si è svolta ieri mattina, 25 aprile. Con il sindaco Roberto Locca c'erano don Andrea, gli alpini di Ponderano e l'Anpi, oltre alla deposizione della corona d'alloro, hanno reso omaggio ai caduti ponderanesi, Renato Gariazzo detto Zazà e Dario Guglielmati detto Nassio, che agli ideali di libertà hanno donato la loro giovane vita.

"Come 75 anni fa - ha detto il primo cittadino nel suo discorso ufficiale - anche oggi ci troviamo a combattere una guerra, una guerra contro un nemico invisibile che giornalmente miete vittime. I nostri padri si sono adoperati affinché noi oggi potessimo avere la possibilità di dire ciò che pensiamo, di scegliere in ogni istante cosa fare, di decidere di qualsiasi cosa inerente la nostra vita quotidiana, di programmare il nostro futuro. Oggi è la festa della speranza, della civiltà. La guerra che stiamo vivendo si potrà vincere solo tutti insieme e restando a casa".

bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore