/ 

In Breve

| 26 aprile 2020, 08:21

"La memoria è identità e non deve venire mai meno", Candelo per il 25 Aprile FOTO

"La memoria è identità e non deve venire mai meno", Candelo per il 25 Aprile FOTO

"Oggi è un 25 Aprile molto diverso rispetto a quello che siamo stati abituati a celebrare negli anni. Questo 75esimo anniversario della Liberazione purtroppo non può essere festeggiato insieme ai cittadini e ai bambini e ragazzi delle scuole a causa di questa emergenza, ma oggi ho comunque deposto le corone ai monumenti di Candelo. Perché la memoria è identità e non deve venire mai meno".

A parlare è il sindaco di Candelo, Paolo Gelone, che nella giornata di ieri ha celebrato il 25 Aprile insieme a don Attilio e alla Banda di Candelo San Giacomo. Il primo cittadino ha poi postato su Facebook una serie di video in cui sono intervenuti con un breve messaggio Arrigo Tomelleri, con il contributo per Anpi, e Alberto Ferraris, capogruppo degli Alpini di Candelo. 

"Abbiamo bisogno oggi più che mai - dichiara Gelone - di riflettere sulla libertà, in tutti i sensi, per tornare a guardare al futuro con speranza e coraggio e soprattutto ricordarci che dopo questa emergenza siamo tutti chiamati a lavorare per un mondo se possibile più attento e sostenibile. Questo è il messaggio, di impegno e speranza, che lancio in questo 25 Aprile".

bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore