/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 24 aprile 2020, 07:00

Oggi la preghiera del Muezzin, Corradino: "Rispetto la libertà di culto ma audio entro i limiti"

Intervento del sindaco di Biella sull'iniziativa della comunità musulmana che inizia il Ramadan.

Oggi la preghiera del Muezzin, Corradino: "Rispetto la libertà di culto ma audio entro i limiti"

"Rispettiamo la libertà di culto di tutti ma questo deve avvenire entro i limiti e senza recare disturbo". Il sindaco di Biella, Claudio Corradino interviene sulla preghiera del Muezzin che oggi alle 13, oltre alle moschee della provincia, anche a Biella verrà cantata con un megafono, un fatto che segna l'inizio del Ramadan in questo periodo di emergenza Coronavirus. La decisione del prefetto Fabrizia Triolo è stata accolta con perplessità dal primo cittadino e dall'amministrazione comunale della Lega che si adeguano alla decisione pur con diversi dubbi al seguito.

"Non siamo ne favorevoli ne contrari -conclude Corradino-. Abbiamo appreso solo oggi pomeriggio questa iniziativa. Ci piace la libertà di culto di tutti ma deve essere entro i limiti e senza recare alcun disturbo agli altri cittadini". Confermata, oggi alle 13 alla moschea di Chiavazza, la presenza del vice sindaco Giacomo Moscarola a verificare che l'audio sia a livello contenuto. La preghiera parte oggi e proseguirà negli altri venerdì, con lo stesso orario, fino al termine del Ramadan previsto per il 23 maggio. Il canto è breve e durerà tra i 5 e 10 minuti.

Fulvio Feraboli

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore