/ Cronaca dal Nord Ovest

Cronaca dal Nord Ovest | 23 marzo 2020, 17:22

Dal Nord Ovest - Porta chili di gelato ordinato al campo rom: minacciato per lasciarlo gratis

Il fatto avvenuto nella serata di ieri, protagonista della vicenda la gelateria di corso Marconi

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Porta chili di gelato ordinato online, ma al momento della consegna viene minacciato da decine di rom per lasciare la merce gratis. Protagonista della vicenda è la gelateria Ottimo! di corso Marconi a Torino, che ha scelto di raccontare la disavventura tramite Facebook per mettere in guardia altri commercianti. Ieri sera, verso le 19, il negozio riceve una chiamata per la consegna di un ingente quantitativo di gelato in Strada Bellacomba 258.

"La motivazione della richiesta - si legge nel post, condiviso decine di volte- era di poter fare un po’ di scorta nel freezer, per questo periodo in cui non si può uscire"."Arrivato sul posto col navigatore, - continua - non faccio in tempo a realizzare che si trattava di un campo nomadi e mi trovo circondato da un gruppo di individui, che con fare minaccioso mi intimano di scaricare tutta la merce che avevo in macchina. Inutile specificare che non l’hanno pagata". 

Sul posto arrivano immediatamente cinque volanti della Polizia, ma purtroppo è inutile: la perquisizione nel campo nomadi non porta a nulla. "Addio merce, - si sfoga il titolare di Ottimo! - addio soldi, paura e tempo perso. Pare che per questi signori questa modalità di “fare la spesa on line” sia un’abitudine... Le ultime  volte erano toccate ad una pizzeria e ad una gastronomia".

"Non pubblico questo post per alimentare rabbia o razzismo, ma per dire le cose come stanno e soprattutto per mettere in guardia tutte le persone che, come noi, in questo momento difficile cercano di offrire un servizio utile a mantenere, per quanto possibile, un certo livello di “normalità” nella vita quotidiana di tutti noi", conclude il proprietario della gelateria Ottimo!

Dal nostro corrispondente a Torino - f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore