/ Circondario

Circondario | 21 marzo 2020, 17:04

Ponderano Merita contro il sindaco Locca: "Sopralluogo per bando struttura residenziale irrispettoso"

Il consigliere di minoranza Marco Romano: "Atto scriteriato e irrispettoso, che va contro ogni norma di buon senso, e non solo, in tempo di coronavirus. Ci sono gli estremi per farlo annullare. Questa amministrazione conferma la sua totale inadeguatezza amministrativa"

Ponderano Merita contro il sindaco Locca: "Sopralluogo per bando struttura residenziale irrispettoso"

Riceviamo e pubblichiamo:

"Un sopralluogo, per affidare a bando una struttura residenziale per anziani. Una data fissata, il 19 marzo. Un’ora concordata: 9,30. A prima vista non ci sarebbe nulla da eccepire. Peccato che in Italia - e in Piemonte in particolare - siamo in piena emergenza coronavirus e che quella di domani sia la data meno indicata - se non addirittura non praticabile per ragioni di forza maggiore - che in questo momento si possa scegliere.

Ma il Comune di Ponderano tira diritto e, nonostante alcune disdette di soggetti interessati già pervenute alla posta del sindaco Locca, insiste nello svolgere il sopralluogo alla Casa di riposo «Don Matteo Zanetto», in barba a ogni regola di buon senso, e non solo. A denunciare una situazione è Marco Romano, capogruppo della lista d’opposizione «Ponderano Merita»: Innanzitutto questa operazione sembra in totale contrasto con le regole ferre imposte dall’emergenza Covid-19 e proprio per questo non risulta affatto che il sopralluogo sia inderogabile, vista l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Così come hanno fatto altre stazioni appaltanti, quindi, nulla impedirebbe di rinviare la visita a tempi migliori, e ci chiediamo la ragione di tanta immotivata fretta. E anche se, come ha specificato il Comune, il sopralluogo sarà soltanto esterno alla struttura e rapido, potrebbe esporre i partecipanti a rischio di contagio, proprio mentre tutte le istituzioni stanno invitando i cittadini a restare nelle proprie case, per minimizzare i rischi.

Non dimentichiamoci che la gara d’appalto - argomenta il consigliere comunale -  è per la concessione della struttura e non per la mera gestione di alcuni suoi servizi. Pertanto è di tutta evidenza che per poter ponderare un’offerta adeguata occorrerebbe una valutazione approfondita e non certo un breve sopralluogo esterno, magari con la paura di contrarre il coronavirus. Inoltre questa procedura raffazzonata e sbrigativa, in questo preciso momento storico, rende impossibile la partecipazione di altri soggetti eventualmente interessati, magari provenienti da fuori Regione, che potrebbero presentare progetti e offerte migliorative.

Tutto considerato penso che la scelta del Comune di Ponderano, oltre che imprudente, sia passibile di annullamento da parte delle autorità competenti. Ma al di là degli aspetti formali, sui quali valuterà chi di dovere, qui siamo di fronte a un comportamento grave e scorretto, a una grave mancanza di rispetto non solo nei confronti degli aspiranti partecipanti al bando, ma della struttura stessa, che va valorizzata nel migliore dei modi, ma anche di tutti coloro che in futuro la utilizzeranno, ovvero i nostri anziani, che meritano una Casa di riposo di eccellenza, affidata ai migliori e non, magari, ai più temerari che non hanno avuto paura di sfidare l’emergenza sanitaria per partecipare a questo kafkiano “rapido sopralluogo esterno”. Si tratta dell’ennesima dimostrazione di inadeguatezza: da parte nostra posso garantire che daremo battaglia, in ogni sede per porre rimedio a queste scelte che danneggiano tutta la nostra comunità".

Marco Romano - Ponderano Merita

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore