/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 27 novembre 2019, 12:59

Ospedale di Ponderano, riproposta la mostra dell'associazione Non Sei Sola

Rimarrà aperta fino al 13 dicembre ed è esposta nell'atrio del nosocomio.

Ospedale di Ponderano, riproposta la mostra dell'associazione Non Sei Sola

Si è tenuta ieri mattina alle 12 all'Ospedale di Ponderano, alla presenza del Direttore Sanitario D'Aloia e del Commissario dell'ASL BI, Poggio, l'inaugurazione della mostra “Con gli occhi sul mondo” organizzata dall'Ass. Non Sei Sola. La mostra resterà esposta  nell'atrio dell'Ospedale sino al 13 dicembre. L’associazione ha scelto di riproporre la mostra fotografica nata all’interno del progetto sulla violenza contro le donne svolto nel 2014 in alcune classi del Liceo Scientifico e ITS E. Bona.  Il progetto, dopo alcuni incontri con gli studenti, prevedeva un laboratorio fotografico con i fotografi Max Hirzel e Marida Augusto.

"Il risultato è stato questa mostra che - come ha spiegato la Presidente dell'Ass. Non Sei Sola, Ilaria Sala - lancia un messaggio molto forte contro la violenza sulle donne, proprio perché proviene dai giovani. Come associazione crediamo sia molto importante, soprattutto in questo momento, parlare di violenza anche attraverso la loro voce, perché quando si pensa alla violenza di genere, si è soliti immaginare coppie adulte, sposate o che convivono. In realtà esperienze simili si possono verificare anche tra i giovani che stanno scoprendo le relazioni di coppia spesso per la prima volta". 

Uno studio italiano condotto sul tema, su un campione di 700 studenti delle scuole superiori, ha evidenziato come più di una ragazza su dieci abbia vissuto esperienze di violenza nella coppia prima dei 18 anni. "Uno dei problemi maggiori nell'affrontare il tema, - continua la presidente dell'associazione - è la necessità di spiegare ai ragazzi che quanto stanno vivendo è violenza e non è la normalità, poiché spesso tali atti non sono riconosciuti come violenza e quindi inaccettabili. In particolare i comportamenti di dominio e controllo sono scambiati come segno di interessamento e amore".

I dati usciti in questi giorni sulla violenza parlano di 95 femminicidi ad oggi, di cui 90 eseguiti da mariti e compagni; 80 gli uomini italiani; 7 milioni le donne italiane che tra i 16 e i 70 anni hanno subito una qualche forma di violenza. Degno di nota è però anche un altro dato: il 41% delle donne che intraprende un percorso di fuoriuscita dalla violenza interrompe la relazione con il maltrattante. "Le donne negli anni hanno fatto tanto, quasi sempre da sole ma non basta. Per questo come associazione rivolgiamo un invito agli uomini a fare la loro parte, a farsi sentire. Per un cambiamento culturale reale ed effettivo, anche gli uomini devono iniziare a prendere coscienza del problema, a riflettere su ciò che si potrebbe fare anche da parte loro".

comunicato f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore