/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 27 novembre 2019, 15:16

"Disamorex - Chiamarlo Amore non si può", la medicina salvavita per le donne FOTO

Lunedì 25 novembre al Consorzio IRIS la presentazione della campagna innovativa di informazione e prevenzione contro la violenza sulle donne

Foto Disarmorex

Foto Disarmorex

Si è tenuta lunedì 25 Novembre alle ore 18:00 presso la sala multimediale del Consorzio IRIS in via Caraccio 2 la conferenza stampa di presentazione del progetto

DISAMOREX - Chiamarlo Amore non si può

Nascita e partner del progetto

DISAMOREX, una campagna innovativa di informazione e prevenzione sulla violenza contro le donne pubblicata da Matilda Editrice e nata dall’incontro con l’Associazione Donne in Rete di Foggia.

Dopo aver a lungo studiato le campagne di informazione e prevenzione sul tema ed aver notato come la maggior parte di esse si basi su stereotipi e modalità comunicative a volte poco efficaci, a volte anche controproducenti, le creatrici del progetto hanno pensato di simulare la produzione di una confezione di una ‘medicina salvavita’ per le donne vittime di una qualche forma di violenza - psicologica, verbale, fisica, sessuale - nel rapporto di coppia, con un’attenzione particolare ai rapporti fra i più giovani.

Il primo progetto, promosso da Matilda Editrice, Donne in Rete, R.I.V.I.V.I., Logos – C.P.O. Ordine degli Avvocati di Foggia (con il Patrocinio di Polizia di Stato, Comune di Foggia, Consulta Comune di Foggia, Consigliera di Parità della Regione Puglia, Consigliera di Parità della Provincia di Foggia, Ordine dei Farmacisti della Provincia di Foggia, Ordine dei Medici della Provincia di Foggia e ASL di Foggia), è stato presentato a Roma in occasione delle Giornate delle Pari Opportunità del C.N.F. (Consiglio Nazionale Forense) che si è svolto a marzo 2019, alle quali erano presenti alcune delegate del Comitato Pari Opportunità istituito presso l’Ordine degli Avvocati di Biella.

L’idea è stata quindi portata dal Comitato Pari Opportunità dell’Ordine degli Avvocati di Biella al Coordinamento del Centro Antiviolenza di Biella, che ha aderito ed ha coinvolto tutti i componenti del Centro Antiviolenza. Insieme è stato esteso l’invito agli altri partners.

I partners del progetto (oltre a Matilda Editrice ed alle associazioni creatrici del progetto), finanziato integralmente dai partecipanti e con il contributo della Regione Piemonte, sono:

1) Comitato Pari Opportunità istituito presso l’Ordine degli Avvocati di Biella


2) Centro Antiviolenza di Biella
, di cui fanno parte:

- Consorzio Socio Assistenziale del Biellese Orientale C.I.S.S.A.B.O.

- Consorzio Socio Assistenziale del Biellese Occidentale I.R.I.S.,

- ASL BI,

- Anteo Cooperativa Sociale Onlus,

- Associazione Non Sei Sola- Uscire dal Silenzio Contro la Violenza,

- Associazione Underground,

- Associazione di Promozione Sociale PaViol Percorsi Antiviolenza;

3) Consigliera di Parità Provincia di Biella

4) Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Biella

Un ruolo particolare ha la Polizia di Stato, che ha aderito al progetto e lo ha sostenuto, a livello nazionale sin dalla sua nascita.

Cos’è Disamorex

È una ‘medicina salvavita’ a forma di scatolina in cartoncino contenente un “bugiardino” e 6 cartoncini numerati e di colori diversi con testi per riconoscere i segnali delle varie tipologie di violenza e i numeri a cui rivolgersi in caso di bisogno (si allega materiale fotografico della “scatolina”).

Nel bugiardino contenuto nella scatola si legge che il trattamento è destinato: ‘Alle giovani donne che vivono le loro prime storie affettive, per aiutarle a capire cosa l’amore non è, a trovare fiducia in se stesse, a riflettere se hanno al loro fianco un ragazzo che le stimi, le rispetti e condivida tutti i loro desideri, sogni, aspirazioni. Alle donne, di tutte le età, che hanno bisogno di essere aiutate a riflettere sul loro rapporto di coppia: se è sano, se le rende felici, se le fa sentire serene. In particolare, alle donne vittime di qualsiasi tipo di violenza affinché prendano coscienza delle situazioni di pericolo nella loro vita di coppia per avere un supporto e riconquistare la libertà’.

Obiettivo del progetto

Il progetto è finalizzato a collaborare insieme per sensibilizzare e informare la popolazione sui servizi presenti nel territorio Biellese rivolti alle donne vittime di violenza di genere e, più in generale, di diffondere una cultura di contrasto alla violenza contro le donne. Si prevede, dopo questo primo evento informativo di presentazione del progetto, la distribuzione delle confezioni ai vari punti della rete (centro antiviolenza, servizi sociali, ospedale, studi medici, Forze dell’Ordine, le scuole superiori….) accompagnati da momenti di informazione e sensibilizzazione sulla violenza contro le donne nel corso dell’anno 2020. 

Comunicato Stampa Disarmorex - a.b.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore