/ POLITICA

POLITICA | 20 novembre 2019, 16:38

Bufera Segre-Greggio, il sindaco Corradino: "Con Ezio fissato il 23 novembre. Poi la speculazione, ora vi svelo il perchè"

"Solo per una sfortunata serie di coincidenze la proposta di cittadinanza a Ezio Greggio e la mozione Segre si sono accavallate a livello temporale".

Bufera Segre-Greggio, il sindaco Corradino: "Con Ezio fissato il 23 novembre. Poi la speculazione, ora vi svelo il perchè"

Si difende il sindaco di Biella Claudio Corradino o meglio difende le scelte del perchè "No" alla cittadinanza alla senatrice Lialiana Segre e "Sì" a Ezio Greggio. Poi onorificenza declinata dallo stesso showman. Lo avevamo anticipato in un nostro articolo del 15 novembre "No Segre cittadina onoraria, Corradino: "Nulla contro di lei l'abbiamo invitata a Biella il giorno della memoria".  Oggi in una nota sulla sua pagina social Corradino spiega il retroscena di tale decisione. "Ora vi svelo perché è tutta una speculazione. Non solo portiamo immenso rispetto per la senatrice Liliana Segre e ne riconosciamo la sua storia, lo scorso 10 ottobre il mio assessore alla Cultura Massimiliano Gaggino aveva invitato la senatrice Segre a Biella come ospite per una serata a ridosso della Giornata della Memoria. Dieci giorni dopo la segreteria di Liliana Segre ci ha risposto che era grata del nostro invito ma purtroppo non avrebbe potuto accettare per un’agenda fittissima di impegni istituzionali".

E ancora: "Ci ha comunque ringraziato perché sosteniamo il suo operato. A ruota si è messa in moto la macchina del fango, la mozione presentata da una frangia dell’opposizione trova data 13 novembre, quasi un mese dopo rispetto al nostro invito. Solo per una sfortunata serie di coincidenze la proposta di cittadinanza a Ezio Greggio e la mozione Segre si sono accavallate a livello temporale, dopo che con Ezio Greggio avevamo fissato la data del 23 novembre da oltre due mesi. Rinnovo l’invito alla senatrice Segre di venire a Biella per la Giornata della Memoria, sarebbe per noi motivo d’orgoglio e mi scuso con la senatrice per questo clamore mediatico".

f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore