/ Circondario

Circondario | 06 novembre 2019, 11:18

Storia e tradizione, la Namibia alla scoperta del borgo di Candelo

Storia e tradizione, la Namibia alla scoperta del borgo di Candelo

La Namibia arriva a Candelo. Ieri sera, 5 novembre, il paese ha accolto una delegazione proveniente dallo Stato africano, in visita nel Biellese nell'ambito delle attività legate al recente riconoscimento Creative Cities Network Unesco. Il gruppo era composto da alte cariche istituzionali e da rappresentanti dell’imprenditoria: Hinda Bonaventura, Ambasciata della Repubblica di Namibia; Lucia Basson, governatore Regione di Karas; Lukas Shekwaanyena, Regione di Karas; Beatus Kasete, Regione di Karas; Desmond Basson, Municipalità di Kettmanshoop; Hilia Titus, Municipalità di Kettmanshoop, vice sindaco; Gabriel Freyer, businessman; Henry Jongwe, businessman; Apollus Christiaan Baisako, businessman.

Presenti anche il presidente della Fondazione CRB Franco Ferraris, il sindaco di Biella Claudio Corradino. Il primo cittadino candelese Paolo Gelone, insieme agli assessori Gabriella Di Lanzo, Selena Minuzzo e Lorena Valla e al consigliere Erika Vallera, ha accompagnato la delegazione alla scoperta del borgo medievale, della storia del paese e delle tradizioni locali, anche grazie alla collaborazione della Pro Loco che ha messo ha disposizione una guida turistica. A conclusione della giornata una buona cena in un momento di convivialità. 

“Come sindaco di Candelo - ha dichiarato Gelone durante l'accoglienza della delegazione - vi porgo i saluti a nome dell'amministrazione e della Città di Candelo. Per noi è un onore potervi accogliere qui e aver supportato il progetto Biella Città Creativa Unesco, sia come amministrazione comunale sia in rappresentanza delle reti a livello nazionale a cui siamo collegati e che abbiamo messo a supporto della candidatura. Anche grazie al meraviglioso borgo in cui ci troviamo, infatti, Candelo è una delle poche realtà in Piemonte e in Italia ad avere così tante e importanti marchi di qualità nazionali, tra cui la certificazione come uno dei Borghi più belli d'Italia e la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano. Lavoriamo in rete da anni per la valorizzazione del territorio e siamo felici di far parte anche della rete di Biella Città Creativa, che ha saputo unire il territorio biellese come in poche altre occasioni: enti, istituzioni, associazioni, aziende, persone, un grande tessuto di sinergie e collaborazioni”.

Redazione bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore