/ CRONACA

CRONACA | 05 giugno 2017, 10:57

Arma Carabinieri: In un anno, più di 11mila servizi sul territorio

Foto Mauro Benedetti

Foto Mauro Benedetti

11.834 servizi sul territorio, 70.856 veicoli controllati e 88.030 persone perquisite: sono questi alcuni dei numeri dell’attività di controllo preventivo condotta dal 1° maggio 2016 al 30 aprile 2017 dai Carabinieri del Comando Provinciale, delle Compagnie di Biella e di Cossato nonché delle diciotto Stazioni presenti nel Biellese, a volte coadiuvate da elicotteri, essenziali per le ricognizioni dall’alto, e da unità cinofile, impiegate per la ricerca di stupefacenti, dei rispettivi Nuclei del Torinese.

A Biella, il Carabiniere di Quartiere ha svolto 132 servizi di pattuglia, dedicati al contatto ravvicinato con i cittadini, per l’immediata raccolta di qualsiasi segnalazione. La Centrale Operativa del Comando Provinciale ha ricevuto e trattato 4.478 richieste d’intervento. Nell’ambito dell’attività di contrasto sono stati scoperti 1.624 reati a fronte dei 5.344 perpetrati. 136 gli arrestati e 1.621 i denunciati all’autorità giudiziaria. In particolare, sono stati assicurati alla giustizia 21 rapinatori (10 arrestati e 11 denunciati), 273 ladri (45 arrestati e 228 denunciati), 221 truffatori e 67 spacciatori di sostanze stupefacenti (9 arrestati e 58 denunciati), nonché l’arresto dell’autore di un omicidio.

Complessivamente, sono stati sequestrati 450 grammi circa di sostanze stupefacenti (cocaina, eroina, marijuana, hashish, metadone) e segnalati 37 assuntori alla Prefettura di Biella. 4.312 le contravvenzioni elevate per violazioni al Codice della Strada. In particolare: 198 violazioni per “guida in stato di ebbrezza alcoolica”, 23 per “guida sotto l’effetto di stupefacenti”, 107 documenti di circolazione e 370 patenti ritirate nonché 127 veicoli sequestrati e 42 sottoposti a fermo amministrativo e rimossi. In tema di verifiche sui detentori di armi sono stati eseguiti numerosi controlli, sequestrati 25 tra fucili e pistole, 22 armi bianche e 791 munizioni, denunciando 40 persone ed avanzando 78 proposte di divieto di detenzione di armi; 88 le misure di prevenzione personali avanzate (55 avvisi orali, 21 fogli di via obbligatori e 12 sorveglianze speciali di pubblica sicurezza); 27 le contravvenzioni elevate per infrazioni alle leggi speciali; 68 gli incidenti stradali rilevati, 54 con feriti e 14 senza infortunati, oltre a svariati e molteplici interventi di soccorso e supporto ad utenti della strada nella compilazione di atti amministrativi in seguito a sinistri stradali.

Molti sono i reparti speciali dell’Arma che hanno operato nelle attività d’indagine più complesse o nella competenza specifica: il Reparto Investigazioni Scientifiche di Parma, il Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Torino, il Nucleo Operativo Ecologico di Torino, il Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Torino Inoltre, il Nucleo Ispettorato del Lavoro di Biella ha eseguito 75 verifiche ispettive riscontrandone 20 irregolari e 1 in nero, e verificato 132 posizioni lavorative, di cui 30 irregolari e 25 in nero.

Sette persone sono stati deferite all’A.G., di cui 4 per estorsione, 3 per le norme in materia di sicurezza. Sono state contestate 3 prescrizioni obbligatorie ed ammissioni al pagamento in materia di sicurezza per un importo di 2.729 euro. Il Nucleo Ispettorato del Lavoro di Biella ha sospeso inoltre 6 attività imprenditoriali, contestando 12mila euro. L'Ispettorato ha poi contestato 207mila euro per irregolarità dei rapporti di lavoro ed ha accertato un imponibile contributivo evaso pari ad 180.558 euro.

La Sezione di Polizia Giudiziaria, aliquota Carabinieri presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Biella, ha trattato 113 fascicoli processuali per reati commessi contro le “fasce deboli” (reati sessuali, stalking, maltrattamenti in famiglia, abusi su minorenni e circonvenzione di incapaci).

I Carabinieri di Biella, impegnati anche nella diffusione della cultura della legalità, hanno incontrato 4.648 studenti in 121 istituiti scolastici biellesi e ricevuto 2 scuole (36 studenti) in visita al Comando Provinciale.

bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore