/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 05 giugno 2017, 19:12

Lacrime anche dal cielo in ricordo di chi non c'è più FOTOGALLERY

Lacrime anche dal cielo in ricordo di chi non c'è più FOTOGALLERY

La pioggia battente non ha fermato la cerimonia del 203° anniversario di fondazione dell'Arma dei Carabinieri, celebrata questa mattina in caserma. Nonostante la tempesta che infuriava sulla città in quel momento, la determinazione dei militari dell'Arma non è venuta meno: il tenente colonnello Igor Infante, comandante provinciale dell'Arma, ha passato in rassegna i suoi uomini senza batter ciglio. Presenti alla cerimonia anche il prefetto Annunziata Gallo e numerose autorità. 

Il primo pensiero del comandante Infante è stato rivolto ad Antonino Giallombardo e ad Egidio Pegoraro, militari biellesi scomparsi recentemente: "Anche questi eventi - ha dichiarato -, seppur tristi, ci rendono ancora una volta partecipi del ringraziamento delle comunità in cui Antonino ed Egidio hanno operato come uomini e come Carabinieri. Quello della festa dell'Arma è un momento che viviamo con emozione ed intensità. Con le stesse motivazioni ai valori tradizionali che ci hanno animato sin dal 1814: la fedeltà al Regno d'Italia prima, la fedeltà alla Repubblica italiana oggi".

11.834 servizi sul territorio, 70.856 veicoli controllati e 88.030 persone perquisite sono soltanto alcuni dei numeri che hanno caratterizzato quest'anno, dal 1° maggio 2016 al 30 aprile 2017.
Nel corso della cerimonia sono stati premiati poi quattro carabinieri, Piero Cogli, Mauro Zaminga, Marco Lo Riso e Micael Di Punzio, che hanno ricevuto l'elogio del comandante della legione Piemonte e Valle d'Aosta per essersi distinti nelle attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti.

 

bi.me./v.l.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore