/ CRONACA

CRONACA | 16 settembre 2015, 20:08

Assolto dall’accusa di furto

Vincent Jaime Gelabert non rubò e non minacciò nessuno

L'avvocato Francesco Alosi

L'avvocato Francesco Alosi

Accusato dal fidanzato della figlia della convivente di furto, Vincent Jaime Gelabert, assistito dall’avvocato Francesco Alosi, è stato prosciolto dal giudice Vincenza Puglisi. Secondo il capo di imputazione, avrebbe sottratto alla ragazza contanti per 500 euro, dalla borsa, minacciata, ingiuria e mandato in frantumi il parabrezza dell’auto.

La difesta ha smontato punto per punto tutti i capi di accusa ed è riuscita a dimostrare  che, ad essere picchiato e minacciato, era stato l’imputato. Per quello che riguarda il parabrezza, è emerso che il qurelante, alla guida dell'auto della fidanzata, dopo un litigio era partito di scatto fermandosi con il muso dell'auto a pochi centimetri dall’imputato che, spaventato, aveva dato un pugno al vetro.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore