/ CRONACA

CRONACA | 22 gennaio 2014, 07:46

La folle corsa del commercialista finisce in tribunale

A processo Enzo Germanetti. Dopo aver superato una fila di auto al semaforo insultò i vigili di Gaglianico e li costrinse a inseguirlo

Non si è presentato in aula, ma ha lasciato la parola al suo difensore, l'avvocato Giorgio Triban, il commercialista biellese, Enzo Germanetti, 56 anni, residente in città. Accusato di resistenza a pubblico ufficiale, ora la sua vicenda è approdata davanti al giudice Valentina Frongia che, dopo la richiesta di costituzione di parte civile degli agenti coinvolti nella vicenda, ha comunicato che scioglierà le riserve il prossimo primo aprile, alla ripresa del processo. L'episodio si era registrato il 5 settembre del 2012 a Gaglianico, quando una pattuglia della Municipale di Gaglianico, con a bordo il Comandante Mauro Casotto e l'agente Barbara Milia, all'altezza di via Moglie, si trova davanti la Golf del libero professionista che, invasa l'opposta corsia di marcia, sta andando verso Biella superando tutte le auto ferme al semaforo rosso. Invitato a fermarsi, l'uomo, dopo aver insultato i due agenti, innesta la marcia e sgommando si allontana a tutta velocità. Parte così un inseguimento sul filo del rasoio, mentre scatta l'allarme generale e vengono coinvolte anche le pattuglie dei carabinieri presenti in zona. A Candelo, il professionista viene bloccato dal traffico in piazza Castello, e fermato dai militari dell'Arma.

r.r.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore