/ Circondario

Circondario | 26 marzo 2020, 18:07

Ponderano, la maggioranza risponde all'opposizione: "Il sopralluogo non c'è stato"

Ponderano, la maggioranza risponde all'opposizione: "Il sopralluogo non c'è stato"

Riceviamo e pubblichiamo:

"Potremmo modificare il titolo di una nota romanza della Turandot per rispondere alle accuse di torpore avanzate dalla minoranza di Ponderano: Nessun dorme. E proprio per confermare ai ponderanesi che qui nessuno si è appisolato, per garantire trasparenza su quello che si sta facendo soprattutto in un momento così delicato, torniamo a fare il punto della situazione, come facciamo da quasi un anno. Utilizzando la stampa, se ce ne darà il mezzo, non per cercare visibilità o polemizzare ma per informare.

Prima di illustrare quello che abbiamo messo in atto in queste settimane e quello che abbiamo in cantiere, vogliamo tornare brevemente sulla questione casa di riposo. Chi ha governato una pubblica amministrazione, ma anche chi gestisce un’azienda, un negozio o una qualsiasi attività, dovrebbe sapere che tutto funziona se alla base c’è una corretta programmazione. Indispensabile ma complicata per un amministratore, specie nei mesi successivi al suo insediamento quando deve capire quello che l’amministrazione precedente ha lasciato da completare o quello che ha detto di aver completato e che invece non era ancora iniziato.

Noi di "Uniti per Ponderano" riteniamo che la migliore programmazione possibile deve anche essere sempre pronta alle modifiche e alle piccole variazioni, anche all’ultimo momento in relazione ad eventi imprevedibili che aggravano una situazione. All’ultimo momento come è accaduto per il sopralluogo alla casa dì riposo. Per tranquillizzare i concittadini ribadiamo che il sopralluogo non c’è stato e soprattutto che noi siamo e saremo più che attenti perché la gestione della struttura resti in ottime mani. Per noi il discorso finisce qui e non rilasceremo altre dichiarazioni in merito.

Solo un appunto che riguarda l’attuale emergenza: ci sorprende questa strana opposizione che non solo svolge il suo ruolo politico attraverso la stampa, ma che sempre sui giornali da anche consigli al sindaco. Mentre – se, come è stato scritto, non si cerca una visibilità politica - sarebbe più utile e rapido parlare direttamente con noi come avviene per questioni molto più banali: a questi e altri consigli noi siamo aperti da qualunque parte arrivino; anche al di fuori dell’emergenza corona virus. Ed ora ecco cosa abbiamo fatto e cosa dobbiamo ancora fare. Seguendo il consiglio di Arpa Piemonte abbiamo deciso di non sanificare le nostre strade e ci è sembrato uno spreco inutile di acqua lavarle vista la pioggia dei giorni scorsi ; riprenderemo in considerazione questa possibilità se non ci penserà la natura. Ricordiamo comunque che le strade vengono regolarmente pulite . In questo periodo i volontari hanno continuato a consegnare a domicilio i pasti ai nostri “clienti abituali”.

Non c’è la possibilità di aumentare se non minimamente questo numero quindi per non creare confusione abbiamo deciso di lasciare che le eventuali nuove richieste, anche di spesa e consegna farmaci a domicilio, siano prese in carico dall’unità di crisi istruita dai consorzi socioassistenziali limitandoci a pubblicizzare il più capillarmente possibile i numeri di telefono a cui rivolgersi. Un’unica cabina di regia è la soluzione ideale. Da parte nostra abbiamo predisposto un volantino riassuntivo che è stato consegnato personalmente ai nostri compaesani più a rischio. Nei giorni scorsi abbiamo deciso di sospendere per i cittadini il pagamento delle rette di asilo nido, doposcuola e mensa fino alla ripresa di tutte le attività. Mascherine e guanti purtroppo non sono reperibili: sono state ordinate anche attraverso la farmacia ma purtroppo al momento non è possibile sapere se e quando arriveranno.

Vogliamo però ribadire, come viene quotidianamente ricordato, che più delle mascherine e dei guanti è fondamentale restare a casa. Proprio per questo è stata predisposta una ordinanza che vieta qualsiasi forma di attività fisica all’aperto, il divieto di utilizzo di tutti i giardini e gli spazi pubblici e che stabilisce regole molto restrittive per accudire ai bisogni degli animali domestici. In conclusione per quanto riguarda la trasparenza dei nostri atti amministrativi ricordiamo che tutti i provvedimenti del Comune oltre agli atti dalle amministrazioni centrali sono pubblicati sul sito del Comune (www.comune.ponderano.bi.it) e in alcuni casi pubblicizzati nei locali pubblici rimasti aperti al pubblico".

Leggi anche http://www.newsbiella.it/2020/03/21/leggi-notizia/argomenti/circondario/articolo/ponderano-merita-contro-il-sindaco-locca-sopralluogo-per-bando-struttura-residenziale-irrispettoso.html

Il gruppo Uniti per Ponderano - bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore