/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 13 febbraio 2020, 12:36

Neri Marcorè a Pralungo: consigli, foto e autografi con gli studenti. “Bello vederli mettersi in gioco”

“Anche da ragazzo ero abbastanza flemmatico – racconta Marcorè che, ieri a Pralungo, ha premiato gli alunni della classe 5A della scuola primaria di Pralungo. “Mi piaceva la scuola: non ero un Gian Burrasca ma sicuramente ero molto attivo".

neri marcorè pralungo

“Da ragazzino mi piaceva la scuola. Non ero un Gian Burrasca ma sicuramente ero molto attivo”. A parlare l'attore e imitatore italiano Neri Marcorè, a margine della premiazione di Scrittori di Classe, il concorso di scrittura creativa nazionale che ha visto vincitori gli alunni della classe 5A della scuola primaria di Pralungo (clicca qui).

In compagnia del simpatico Greg (il protagonista della serie di romanzi per ragazzi, Diario di una Schiappa, scritti da Jeff Kinney), l'attore ha dialogato con i ragazzi leggendo il loro racconto e dispensando consigli e spunti di riflessione: in particolare ha concentrato la sua attenzione sul tema del concorso, la resilienza trattata con serenità ed un sorriso. “Anche da ragazzo ero abbastanza flemmatico – racconta Marcorè che, al termine della mattinata di ieri, ha consegnato agli allievi l'attestato di partecipazione concedendosi ad autografi, foto e selfie – Facevo subito i compiti per passare il mio tempo con gli amici a giocare. Non ero un secchione ma stavo attento a scuola per passare meno tempo sui libri a studiare o ripassare”.

Parlando dei ragazzi che ha incontrato in diverse parti d'Italia, l'attore ha confidato: “Mi piace partecipare a questi incontri perchè trovi entusiasmo e autenticità. È bello vedere questi giovani mettersi in gioco. Ci si ricorda come eravamo e si prova a tirare fuori quel bambino che resta sempre dentro di noi”.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore