/ Benessere e Salute

Benessere e Salute | 09 febbraio 2020, 15:10

A Valle Mosso il benessere fa sistema

valle mosso benessere

42 docenti di vari ordini di scuola dall’Infanzia alla Secondaria di II grado si sono ritrovati presso i locali dell’I.C. Valle Mosso-Pettinengo, in due weekend dei mesi di gennaio e febbraio, per lavorare, attraverso la Mindfulness, sulla salute e la promozione del benessere in ambito scolastico. Con il termine Mindfulness si fa riferimento alla capacità di fare attenzione in modo particolare: intenzionalmente, nel momento presente e in modo non giudicante, a ciò che avviene dentro e fuori di noi. Ciò permette di acquisire una modalità di risposta agli stimoli evitando gli automatismi reattivi e favorendo invece la possibilità di scelte consapevoli e riflessive.

Il progetto è stato curato dalle formatrici dell’Associazione Mind.Ev.I - Mindfulness Evolutiva Italia: Dott.ssa Stefania Rotondo, psicologa, psicoterapeuta, docente di mindfulness e presidente di Mind.Ev.I e dalla Dott.ssa Silvia Grasso, psicopedagogista clinica ed insegnante certificata di mindfulness.Si tratta, in questo ambito, della prima formazione in Italia che vede la partecipazione di un così ampio numero di docenti, impegnati a sperimentare su di sé quotidianamente pratiche di auto-osservazione e di sintonizzazione con i propri processi mentali (sensazioni, pensieri, emozioni).

Questo approccio, come comprovato dalla ricerca scientifica, migliora la concentrazione, le capacità cognitive, l’equilibrio emotivo favorendo dunque la gestione e la riduzione dello stress. L’insegnante sviluppa una migliore responsività ai bisogni degli studenti valorizzando il clima di classe e il benessere generale. I dati Istat confermano un elevato rischio di esposizione al burnout degli insegnanti. “Siamo convinti - dichiara la Dirigente De Fabiani – che il benessere del docente si rifletta inevitabilmente su quello dei suoi studenti, grandi o piccoli che siano, ed è per questo che siamo disposti a metterci in gioco. Ho creduto nel progetto fin da quando è stato proposto dalla prof. Marcella D’Andrea, docente dell’Istituto che sperimenta attualmente il programma MindUp in una sua classe ”.Con la supervisione dei formatori, i docenti sono già all’opera nella sperimentazione della mindfulness nelle proprie classi e non solo, anche all’interno del Collegio dei docenti, fiduciosi nel positivo coinvolgimento di un numero sempre maggiore di colleghi.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore