/ CRONACA

CRONACA | 06 febbraio 2020, 09:50

Lutto a Biella: è morto Bruno Julita. Cuore generoso di un sardo acquisito

Bruno Julita

Martedì 4 febbraio è mancato Bruno Julita, all'età di 80 anni. Ne danno il triste annuncio la moglie Margherita, la figlia Shamala con Federico, la sorella Teresita con il marito Pier Carlo, i nipoti Elena e Marcello con famiglia, amici e parenti tutti. I funerali avranno luogo a Biella, venerdì 7 febbraio, alle 10, partendo dalla chiesa parrocchiale di San Paolo. Dopo la funzione, il caro Bruno sarà tumulato nel cimitero urbano di Biella. Il Santo Rosario sarà celebrato giovedì 6 febbraio, alle ore 19, nella chiesa parrocchiale di Biella San Paolo.

Quella di Bruno è stata una vita di impegno e di amore verso il prossimo, profusi in favore dei bambini poveri dell’India con la fondazione dell’Associazione Amici Biellesi Famiglie Senza Frontiere e, poi, con quella intitolata a “Padre Renzo Zola”, di Viverone. Una vita di impegno con al centro i bisognosi indifesi, soprattutto bambini; esperienza di vita condivisa, realizzata e vissuta con la moglie Margherita, sarda di Guspini, entrambi capaci di entusiasmare tante altre famiglie biellesi adottive che vivono la bella esperienza dell’adozione internazionale, lontano da più consueti orizzonti egoistici. Attività sostenuta, in India, anche con il reperimento di fondi per il finanziamento di piccoli progetti che riguardano principalmente il potenziamento di strutture scolastiche, sanitarie e di accoglienza, dove vengono ospitati bambini, ammalati, ragazze madri, anziani e disabili.

Fiducia conquistata sul campo che ha permesso di “aiutare a casa loro” i più deboli, estendendo l’adozione a distanza. Lui, sardo acquisito, ha saputo far breccia anche nella comunità che fa capo a Su Nuraghe attraverso il coinvolgimento del compianto Enrico Maolu, insegnandoci a riconoscere il fratello anche oltre le frontiere. In tutti noi, Bruno lascia un grande vuoto e un grande insegnamento. A lui sono riconoscenti i Sardi di Su Nuraghe che lo ricordano con affetto, unendosi al dolore dei suoi cari e di quanti gli hanno voluto bene.

Battista Saiu (Su Nuraghe Biella)

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore