/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 24 gennaio 2020, 07:00

Pettinengo, il sindaco Bosso: "Grazie Kiton per aver ascoltato i pettinenghesi". Ridipinta la storica scritta

E' tornata sulla facciata dell'ex Liabel la dicitura "Bellia Bernardo & Figli". La soddisfazione di un'intera comunità.

Foto attuale e vecchia immagina della scritta "Bellia Bernardo & Figlio"

Foto attuale e vecchia immagina della scritta "Bellia Bernardo & Figlio"

Da pochi giorni è ricomparsa la scritta storica "Bellia Bernardo & Figlio" sulla facciata principale della ex Liabel di Pettinengo. Da poco tempo infatti l'azienda, acquistata dalla Kiton, è tornata a vivere con il trasferimento della Carlo Barbera da Pianezze. Il comune del Biellese è uno dei 5 siti produttivi Kiton in Italia oltre agli esistenti Napoli (450 dipendenti), Caserta (50), Parma e Fidenza (circa un centinaio ciascuno).

Dopo l'acquisto, durante i lavori di ristrutturazione dello stabile, era stata cancellata la scritta sulla facciata e con lei una parte di storia del paese. Il fatto non era passato inosservato tanto da indurre l'ex sindaco Vincenzo Amoruso, attuale consigliere di minoranza del gruppo "Pettinengo il paese che vogliamo", a formalizzare un'interrogazione al sindaco Gianfranco Bosso sul perchè non fosse stato protetto un ricordo di oltre 150 anni di vita pettinenghese. 

E così la scorsa settimana un'impresa di tinteggiatura ha montato l'impalcatura e impresso esattamente nello stesso punto la dicitura. Un fatto sicuramente che rende onore alla Kiton: non tutte le aziende avrebbero adottato questo nobile comportamento. "Sono compiaciuto per il nobile gesto della Kiton -commenta il sindaco Bosso-. In estate avevo contattato la dirigenza a seguito delle richieste dei pettinenghesi. La risposta era stata che avrebbero provveduto a ridipingere la scritta. Un gesto nobile da parte loro al quale va tutto il plauso e il ringraziamento di un paese intero".

Fulvio Feraboli

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore