/ Casa Edilizia

Casa Edilizia | 10 gennaio 2020, 08:28

Box doccia: i trend del momento

Box doccia: i trend del momento

Da qualche anno a questa parte, l’interesse nei confronti dell’arredo bagno è molto più alto. Il motivo è legato soprattutto alla maggior consapevolezza che abbiamo in merito all’impatto sul benessere che deriva da certe scelte relative all’arredamento di interni.

Tra gli aspetti degni di considerazione quando si parla di questo argomento c’è la scelta del box doccia. Quali sono gli ultimi trend? Nelle prossime righe, vedremo alcuni consigli che è importante tenere presenti.

Stampa digitale su vetro

Il bagno è una stanza dove è possibile dare spazio alla creatività. Tra le soluzioni più interessanti in merito è possibile citare la scelta di box doccia caratterizzate dalla presenza di stampe digitali su vetro.

Si tratta di un’alternativa che consente di personalizzare nel dettaglio questo ambiente di casa, rendendolo ancora più speciale e in grado di riflettere i propri gusti.

Attenzione ai profili

L’arredamento non è assolutamente la corsa alla scelta del mobile più costoso. Per ottenere una resa visiva davvero speciale è fondamentale lavorare sui dettagli. Quando si parla del box doccia - se vuoi iniziare a scegliere quello più adatto a casa tua, su ceramicstore.eu puoi trovare diversi modelli interessanti - questo punto è ancora più importante.

A dimostrarlo ci pensa la popolarità dei box caratterizzati da profili personalizzabili con materiali abbinati al resto dell’arredamento (p.e. ai sanitari).

Si può spaziare tantissimo da questo punto di vista e sì, anche osare. Negli ultimi anni, le esposizioni internazionale legate all’arredo bagno hanno permesso di apprezzare scelte a dir poco particolari, come per esempio i box doccia con profili neri, colore utilizzato anche per i sanitari e per gli accessori (p.e. i porta-asciugamani).

Parete doccia a nicchia

Quando si parla di trend relativi all’arredo bagno e in particolare alla doccia, è impossibile non chiamare in causa la parete doccia a nicchia. La soluzione in questione è perfetta per chi ha bisogno di ottimizzare lo spazio nella stanza da bagno senza sacrificare l’estetica.

In questo modo, è anche possibile enfatizzare al massimo quell’idea di leggerezza che si cerca sempre quando si progetta l’area dedicata alla doccia, situazione in cui è difficile non prendere ispirazione dall’acqua.

Come scegliere il box doccia

Dopo queste semplici dritte, vediamo un attimo qualche consiglio su come scegliere il box doccia. Il primo punto da prendere in considerazione riguarda la scelta del materiale. Fino a qualche anno fa, l’acrilico era l’alternativa preferita. Oggi come oggi, viene nettamente preferito il vetro temperato. Il motivo principale di questa scelta riguarda la sicurezza.

Un ulteriore aspetto da tenere presente è la scelta delle finiture. Fino a pochi anni fa, andavano tantissimo i box doccia caratterizzati da finiture in vetro con zigrinature. Anche da questo punto di vista ci sono stati dei cambiamenti degni di nota. Oggi gli utenti tendono a preferire le finiture trasparenti o satinate. Nel primo caso, un vantaggio indiscusso riguarda la possibilità di avere una visione completa della stanza da bagno mentre ci si trova in doccia.

Cosa dire invece della finitura satinata? Che tra i motivi del suo successo tra chi sceglie un box doccia per il proprio bagno è presente la possibilità di godere di una notevole privacy mentre ci si lava. Per quanto riguarda la pulizia, tra le due alternative appena ricordate ci sono davvero poche differenze. In tutte e due le situazioni, dopo aver finito la doccia è opportuno fare ricorso a un tira acqua.

Concludiamo facendo riferimento ad altre due alternative per le finiture, ossia il vetro trasparente extra chiaro e quello fumé (si tratta del vetro trasparente colorato di nero).

Informazione Pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore