/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 05 dicembre 2019, 17:40

PD e 5 Stelle si schierano con il Comitato Salussola "Ambiente e Futuro": No alla discarica di amianto VIDEO

Tavolo di confronto per Forza Italia. De Lima (PD): "No per la salute dei cittadini, seppure sia necessario lo smaltimento". 5 Stelle: "Non vogliamo che Biella, recentemente divenuta città dell'Unesco, abbia alle porte una fabbrica del cancro".

Foto Movimento 5 Stelle Biella

Foto Movimento 5 Stelle Biella

Grande la preoccupazione dei cittadini dei Comuni Biellesi per il progetto di realizzazione, in località Brianco (Salussola) della discarica di amianto. Da settimane risulta uno dei temi caldi del territorio dopo la sensibilizzazione avvenuta dalla presa di posizione del Comitato Salussola "Ambiente e Futuro" che ha organizzato, per sabato 14 dicembre, una marcia contro la mega discarica. Partenza alle 10 in Piazza Duomo e arrivo in Piazza della Provincia.

VIDEO MARCIA CONTRO LA MEGA DISCARICA

Anche la politica si schiera contro il progetto della società “Acqua & Sole S.r.l.”, un NO unanime arriva da PD e 5Stelle.

Partito Democratico

"Diciamo NO alla discarica di amianto – commenta la segreteria PD provinciale - , pur consapevoli della fondamentale importanza, soprattutto in termini di tutela della salute pubblica, che riveste la problematica relativa alla necessità della rimozione dei manufatti in cemento amianto (eternit) presenti nel territorio provinciale. Noi del PD ci chiediamo perché il sindaco, che da sempre si dice contrario alla discarica, non abbia mai fatto nulla pur avendone gli strumenti e le possibilità.

Il Partito Democratico Biellese, invece, sin dal momento di presentazione da parte della società Acqua & Sole s.r.l. dell’istanza di rilascio del giudizio di compatibilità ambientale per il progetto di realizzazione della discarica di amianto in località Brianco (maggio 2017), si è speso in ogni sede al fine della migliore tutela dei diritti dei cittadini dei Comuni biellesi. Nell’attesa che dalla comunità scientifica pervengano nuove tecnologie in grado di garantire con parametri di sicurezza scientificamente comprovabili la tutela della salute dei cittadini di oggi e di domani nello smaltimento dell’amianto, il Partito Democratico Biellese si adopererà in ogni sede affinché la soluzione finale relativa a tale necessità di smaltimento possa essere quella individuata, seppur con carattere non vincolante, dal Piano Regionale Amianto 2016-2020, ovvero l’individuazione delle cave e delle miniere presenti in Regione come opzione prioritaria per l’ubicazione di impianti di smaltimento di materiali contenenti amianto. Auspichiamo, inoltre, che l'amministrazione Cabrio attui tutte le azioni possibili per rispetto dei suoi cittadini". 

Anche il Movimento 5 Stelle di Biella è contrario e, per rendere ancora più chiara la sua posizione, ha realizzato un video esplicativo sui pericoli del progetto che grava sul territorio salussolese.

"Da ieri è online sui nostri canali social. La discarica del Brianco verrebbe realizzata a cielo aperto in mezzo alle risaie  e conterrebbe amianto. Il nostro riso DOP verrebbe contaminato così come la falda acquifera sotterranea. Le misure di tale opera sono stupefacenti, larga quanto 12 campi di calcio e 30 metri di altezza, si calcola inoltre un passaggio quotidiano di circa 48 camion carichi di materiali cancerogeni sulle nostre strade.

Ci teniamo a sottolineare che non si tratta di una battaglia a meri scopi politici, il nostro interesse è sensibilizzare tutti i cittadini sui danni che causerebbe alla salute un opera come quella in esame. Non vogliamo che Biella, recentemente divenuta città dell'Unesco, abbia alle porte una fabbrica del cancro. Ribadiamo il nostro NO alla realizzazione di tale progetto e auspichiamo che tutti i comuni e la provincia di Biella, si allineino.

Inoltre Forza Italia ha invitato i rappresentanti del comitato e l’amministrazione comunale di Salussola in sede a Biella lunedì 9 dicembre alle 21 in via Ramella Germanin. Di fronte ai membri del Coordinamento provinciale e comunale e agli iscritti si ascolteranno le ragioni del comitato e dell’amministrazione comunale al fine aprire un dibattito interno al partito per quando riguarda la realizzazione della discarica. “È doveroso che la politica approfondisca - commenta il coordinatore provinciale Alberto Fenoglio -, si interroghi, rifletta e poi agisca su temi come questo che riguardano i cittadini e le comunità’ senza demagogia o manie di protagonismo”.

Redazione a.z.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore