/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 03 dicembre 2019, 10:41

Protesta dei corrieri di Amazon. Questa mattina l'incontro con le aziende

Dopo l'incontro di questa mattina, i lavoratori si riuniranno alle 18 per decidere le azioni da fare.

manifestazione

Un momento dello sciopero della scorsa settimana.

Mattinata importante quella di oggi, martedì 3 dicembre, gli addetti alla distribuzione merci dipendenti di aziende di trasporti per conto di Amazon. I corrieri si riuniranno infatti alle 10 con le aziende presenti nei magazzini di Brandizzo e Marene, in provincia di Cuneo, nella sede della Elpe in via Tollegno, a Torino.

"Dopo giorni di proteste Amazon non ha accennato a voler intavolare un vero dialogo in quanto committente e le notizie sulla posizione aziendale, a fronte delle rimostranze dei lavoratori delle ditte distributrici, le abbiamo apprese dai media. Per questo la protesta non può che continuare - dichiara, in un comunicato stampa, Uil Trasporti Piemonte, che si sta occupando della questione -. Le varie dichiarazioni di Amazon stessa ma anche di Conftrasporto – Confcommercio, mirano a far ricadere la responsabilità esclusivamente sulle aziende che forniscono il servizio".

Nonostante i lavoratori dipendano da aziende esterne, Uil Piemonte Trasporti sostiene che "Amazon, essendo la committente, possa e debba giocare un ruolo determinante per il superamento dei problemi gravi che abbiamo denunciato denunciato. Cosa difficile senza un vero dialogo". Il sindacato tiene a far sapere che l'obiettivo non è quello di fare polemica, ma "di risolvere i problemi dei lavoratori". Questa mattina, chiederà alle aziende di assumere una posizione nei confronti di Amazon.

"Nel frattempo - aggiunge Uil Piemonte - i lavoratori continueranno a lavorare con ordinaria diligenza, il che significa fare al meglio il lavoro assegnato ma nel rispetto del codice stradale e dei riposi previsti dalla legge e dal CCNL". Dopo l'incontro di questa mattina, i lavoratori si riuniranno alle 18 per decidere le azioni da fare.

Dal nostro corrispondente di Torino - g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore