/ POLITICA

POLITICA | 22 novembre 2019, 12:04

Dopo le polemiche, Liliana Segre al Corriere: “Gesto di Greggio? Un fiore raro che è molto più di una cittadinanza”

segre

A distanza di giorni dalle roventi polemiche, locali e nazionali, sulla cittadinanza onoraria concessa dal Comune di Biella allo showman Ezio Greggio, da lui rifiutata in segno di solidarietà a Liliana Segre, dopo lo stop della richiesta della minoranza di concederla, la stessa senatrice a vita ha parlato oggi della vicenda in un'intervista al Corriere della Sera.

Ai taccuini di Alessia Rastelli, la sopravvissuta all'Olocausto si è soffermata sull'aumento dei comuni che vogliono darle la cittadinanza, così come quelli che si oppongono: “Tra le innumerevoli manifestazioni di affetto, ci sono le decine e decine di Comuni, retti da maggioranze di diverso orientamento, che mi vogliono conferire la cittadinanza. Mi dicono che alcune iniziative hanno risvolti strumentali. Io non me ne curo, presumo la buona fede. Così fin qui le ho accolte onorata, preoccupandomi solo — per non apparire maleducata — di avvisare che, alla mia età, non posso andare a ricevere gli attestati. Però anche questo sta diventando un nuovo terreno di battaglia di cui farei a meno”.

Sempre sul quotidiano, la senatrice Segre ha espresso la sua opinione sul caso biellese e sul no dello storico conduttore di Striscia La Notizia: “Avere creato imbarazzo a quelle giunte mi dispiace. Il caso di Biella è stato però l’occasione di ricevere un fiore raro come il gesto di Greggio, che è molto più di una cittadinanza”.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore