/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 06 novembre 2019, 18:58

Due pizze made in Biella per celebrare la candidatura Unesco, Apicella: “Traguardo che ci motiva ancor di più” FOTO

apicella pizza unesco

Due pizze per celebrare la candidatura Unesco. A lanciare l'idea Luigi Apicella, il vulcanico titolare della Pizzeria La Lucciola di Biella, che in questi giorni ha realizzato due piatti speciali e ricchi di ingredienti locali, in modo da rappresentare al meglio sia il territorio biellese sia i colori del marchio Unesco. “Per una città creativa ci vuole una pizza altrettanto creativa – spiega Apicella – Tutti noi siamo felici per il riconoscimento che ha ottenuto la città di Biella. Un traguardo che motiva ancor di più l'intero settore alberghiero e di ristorazione del nostro territorio”.

Passando alle pizze, due sono le versioni preparate: la prima con base alla mozzarella e affiancata da pomodorini rossi e gialli, rucola e basilico; la seconda avrà una base contrassegnata da formaggi biellesi, peperoni rossi e gialli, paletta biellese, rucola e basilico, con l'aggiunta di funghi porcini “da fare – sottolinea Apicella – in mille maniere. La pizza è un bene Unesco e siamo orgogliosi di esprimere la nostra soddisfazione attraverso il gusto e il sapore del Biellese. Questo è il primo lancio ma altri ne verranno da qui ai prossimi mesi”.

g. c

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore