/ COSTUME E SOCIETÀ

COSTUME E SOCIETÀ | 06 novembre 2019, 07:30

A Donato si ricorda la vita di Giuseppe Anice, sindaco: “Una testimonianza di un nostro cittadino vissuto 100 anni fa”

donato giuseppe anice

La storia di uno dei più noti cittadini di Donato rivive in un libro. Alle 15 di sabato 9 novembre, nei locali del salone della Società Operaia, verrà presentato al pubblico l'opera scritta Ero di nessuno di Giuseppe Anice. Una raccolta di testi redatti dallo stesso Anice, trovatello, arrivato nel territorio di Donato dopo varie vicissitudini. Il tutto riportato in quadernetti redatti nel corso della sua esistenza. Dopo essersi sposato, divenne infatti un abile fornaio. “Nel corso di questo appuntamento si parlerà della vita del nostro concittadino vissuto 100 anni fa – spiega il sindaco Desirée Duoccio – Questo libro è una vivida testimonianza della sua vita da tramandare alla sua famiglia”.

Oltre al primo cittadino, sono previsti gli interventi di Roberto Favario, presidente dell'Unione Comuni Montani Valle Elvo, Pietro Clemente dell'Archivio Diaristico di Pieve Santo Stefano, Davide Porporato dell'Università del Piemonte Orientale, Silvia Paonessa della biblioteca comunale, Ivano Maffeo del Centro Documentazione Emigrazione Ecomuseo, Domenico Cipolat, finalista Premio Pieve 2019, e di Riccardo Pozzo, pronipote di Giuseppe Anice.

g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore