/ CULTURA E SPETTACOLI

CULTURA E SPETTACOLI | 04 novembre 2019, 10:22

Storie di successo a Spazio LILT

libro lilt biella

Venerdì 8 novembre alle 21 presso Spazio LILT è in programma la presentazione del libro Sembrava impossibile. Da 0 a 100: storie di imprenditori di successo di Stefano Zurlo, Giorgio Gandola e Manila Alfano. All’evento, organizzato dall’Associazione Piccole e Medie Imprese di Biella e Provincia (API Biella) in collaborazione con LILT Biella, parteciperanno gli autori Stefano Zurlo e Giorgio Gandola.

“Sembrava impossibile” è una raccolta di esperienze di vita che, allo stesso tempo, è anche un viaggio nella storia recente dell’Italia e nella sua imprenditoria caratterizzata da piccole e medie imprese e da uomini che hanno saputo fondarle, plasmarle, farle crescere fino a diventare grandi e varcare i confini nazionali. “Un libro che è anche un racconto in controtendenza dell’Italia di oggi che sembra essere catapultata in un clima da fine impero e dove, invece, nonostante le difficoltà, è ancora possibile fare impresa. – commenta Stefano Zurlo - 23 storie di uomini italiani che hanno creduto nei propri sogni e nelle proprie idee: da Ennio Doris a Ernesto Pellegrini sino ad arrivare a giovani imprenditori come Davide Dattoli e Luca Ferrari”.

“Sembrava impossibile che pochi anni fa Spazio LILT potesse nascere e diventare un centro di eccellenza oncologica non solo biellese ma anche del Nord Italia – commenta Franco Di Braccio, Coordinatore API Biella – e invece quello che sembrava un sogno oggi è realtà. Per questo motivo abbiamo voluto fortemente organizzare con LILT Biella questo evento a Spazio LILT. I contenuti del libro rappresentano le sfide vinte dagli imprenditori che, pur affrontando veri e propri percorsi ad ostacoli, sono riusciti a superarli con l’entusiasmo di chi vuole lasciare qualcosa di positivo alle generazioni future. Lo stesso entusiasmo con cui LILT Biella a Spazio LILT è ogni giorno a servizio delle persone per dare speranza e salvare nuove vite”.

“Con la realizzazione di Spazio LILT, abbiamo realizzato un sogno che da tempo nutrivamo: dare vita a un progetto globale riabilitativo-motorio incentrato sulla prevenzione primaria e terziaria, rivolto non solo alle patologie oncologiche, ma indirettamente anche a tutte quelle cronico-degenerative. – conclude Mauro Valentini, Presidente di LILT Biella - Lo abbiamo fatto partendo dall’analisi dei bisogni di una sanità sempre troppo orientata al momento curativo che a quello preventivo. Lo abbiamo fatto credendo fermamente che la prevenzione, i corretti stili di vita, la diagnosi precoce e la riabilitazione siano le armi migliori per combattere contro il cancro”.

Comunicato stampa g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore