/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 29 ottobre 2019, 19:10

Mobilità sostenibile: in arrivo le prime 5 colonnine di ricarica firmate Ener.Bit

Maggia: "I primi 5 passi per portare Biella nel futuro dell’innovazione tecnologica e della mobilità sostenibile arriveranno a novembre. Insieme alla nostra nuova Smart elettrica”. Fuori il bando di project financing per il progetto completo che toccherà tutto il Biellese

Foto Giuliano Fighera e Annachiara Ziliani

Foto Giuliano Fighera e Annachiara Ziliani

Nella sede della Provincia di Biella, a Sala Biellese, Sandigliano, Valdengo e in Valdilana. Questi i comuni che ospiteranno tra pochissimo, a novembre 2019, le prime 5 colonnine per la ricarica veloce di auto elettriche. “Passiamo dallo studio di PoliTo ai fatti – spiega il presidente Ener.Bit Paolo Maggia - . Questi saranno i primi 5 passi per portare Biella nel futuro dell’innovazione tecnologica e della mobilità sostenibile. Il bando di ricerca di un partner privato per proseguire con il piano è stato completato: l'obiettivo è fornire il servizio a tutto il Biellese”.

Il progetto di Ener.Bit che guarda al futuro è partito già a novembre 2017, con l’approvazione dell’assemblea dei Soci fino ad arrivare alla condivisione dell’assemblea dei sindaci, lo scorso 15 luglio 2019 nei locali della Provincia di Biella e infine l'approvazione avviso del CDA del 25 ottobre. (Leggi anche: http://www.newsbiella.it/2019/07/16/leggi-notizia/argomenti/politica-5/articolo/lassemblea-dei-sindaci-scommette-sullelettrico-con-enerbit-previste-746-colonnine-di-ricarica.html )

“Un progetto lungo – spiega Maggia -. Che è passato dalla teoria, studiata nei minimi particolari per conformazioni territoriali e previsioni future sul parco auto dal professor Tadei e il suo team del Politecnico di Torino, e adesso sta sbarcando nella realtà”. È infatti stato completato il bando di gara per la ricerca di un partner privato che creda nel progetto e lo finanzi interamente con una concessione di 20 anni sui flussi di cassa e garantendo un beneficio annuo per Ener.Bit pari a 150mila euro. “È un progetto ambizioso – continua Maggia - . Dove nessun Comune verrà lasciato indietro. Abbiamo già preso contatti con possibili finanziatori interessati, ma aspettiamo che presentino i progetti”. Nessun costo per i cittadini. Sarà il privato a farsi carico della fornitura, installazione e gestione delle colonnine. Piccola ma importante postilla nel bando: l’energia che caricherà le auto Biellesi dovrà arrivare da fonti rinnovabili. “Un accortezza in più per andare nella giusta direzione”, spiegano Nicola Mazzia e Stefania Tosone di Ener.Bit.

Le previsioni del Politecnico di Torino vedono un incremento esponenziale dei mezzi ad alimentazione elettrica nei prossimi anni. Nel 2030 saranno ben 56 mila le auto elettriche a circolare da e nella provincia. “Dare un servizio di ricarica è necessario per guardare avanti – afferma il presidente - . Ener.Bit ci crede e per dimostrarlo ci siamo forniti  di un’auto completamente elettrica. Una smart a 2 posti che vedrete presto circolare in città”.

Ora non resta che aspettare l’offerente migliore, si avrà tempo di consegnare la proposta di project financing fino a marzo 2020, precisamente entro e non oltre le 12 del 2 marzo 2020, in busta o pacco chiuso e sigillato al Protocollo della Società Enerbit. Per informazioni contattare, almeno 10 giorni prima della scadenza del termine, la mail enerbit@pec.ptbiellese.it.

Annachiara Ziliani

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore