/ CRONACA

CRONACA | 17 ottobre 2019, 18:52

Aggiornamento scomparso a Cossato: sospese le ricerche, riprenderanno all'alba FOTOGALLERY e VIDEO

Ancora nessuna novità di Mario Ruffino scomparso da casa nella mattinata di ieri.

scomparso cossato

Foto di F. Feraboli

Aggiornamento delle 18,30 - L'Ucl (unità di comando locale) è stata spostata alle 16,30 a fianco del campo sportivo della Spolina. Le ricerche delle squadre a terra (vigili del fuoco di Biella e Cossato, volontari aib, carabinieri oltre all'elicottero Drago e alle due unità cinofile arrivate da Volpiano) non hanno dato esito positivo. La zona è vasta e la vegetazione rigogliosa non aiuta i soccorsi. Mario Ruffino sembrerebbe essere uscito di casa la mattina di mercoledì 16 ottobre. Da allora più nessuna notizia. Le ricerche tecniche sono state sospese alle 19 e riprenderanno all'alba di domani mattina. I carabinieri comunque continueranno a pattugliare le strade nella possibilità di individuare il Ruffino. Rimane attivo il presidio Ucl dei vigili del fuoco vicino al campo sportivo della Spolina. 

La cronaca. Ricerche in corso per Mario Ruffino 85 di Cossato. Nel pomeriggio i carabinieri di Cossato hanno ritrovato la Renault Megane dello scomparso, impantanata in un campo vicino a via Amendola, a circa 500 metri dalla sua abitazione. Dai primi rilievi il Ruffino avrebbe tentato anche di riprendere la stradina sterrata posizionando assi in legno in aiuto alle gomme dell’auto, purtroppo senza un esito positivo.

Nell’auto i militari hanno trovato la patente di guida. Successivamente sempre i carabinieri di Cossato hanno attivato il protocollo per la ricerca di persona scomparsa. Capo base dell’Ucl dei pompieri è stata posizionata alla fine di via Amendola a Cossato. Intorno alle 16,30 è arrivato il “Drago” dei vigili del fuoco che ha lasciato a terra le unità cinofile di Volpiano. Oltre le squadre impegnate a terra, vigili del fuoco di Biella e Cossato oltre a una squadra di Aib, l’elicottero dei pompieri ha perlustrato a lungo il vicino torrente Cervo e i boschi della Spolina mentre i due cani, dopo aver annusato l’interno dell’auto, si sono messi alla ricerca via terra. 

f.f.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore