/ Enogastronomia

Enogastronomia | 16 ottobre 2019, 07:40

Un orto botanico per la scuola primaria di Portula

portula scuola primaria

Nuovo progetto all'orizzonte per la scuola primaria di Portula. Si tratta di “Un orto e un giardino per le farfalle e non solo”, progetto di Educazione Ambientale, iniziato nell’anno scolastico 2017/18 e si prefigge lo scopo di condurre gli alunni e le famiglie ad osservare l’ambiente locale per coglierne caratteristiche ed elementi di vulnerabilità; ad acquisire piena consapevolezza del loro ruolo nell’ambiente, partendo dalla conoscenza del territorio di Portula; ad incrementare il grado di consapevolezza sulla necessità di assegnare il giusto valore alla biodiversità e a prendere coscienza che la salvaguardia dell’ambiente è il futuro dell’uomo.

“Negli anni scorsi, con la collaborazione di Lucio ed Alice Bordignon, si è intrapreso un percorso di educazione ambientale che ha portato gli alunni a ricercare, conoscere e censire le farfalle presenti sul territorio di Portula, individuando anche elementi di criticità che hanno determinato la riduzione del loro numero o in alcuni casi l’estinzione – spiegano gli insegnanti - Si è pensato quindi di creare un orto e un giardino con ortaggi e fiori che permettesse ai bruchi e alle farfalle di trovare un habitat ideale per riprodursi. E così è stato perché in questi due anni nel nostro orto e nel nostro giardino hanno trovato casa numerosissime farfalle che hanno deposto le uova, da cui sono nati molti bruchi che a loro volta sono diventati bellissime farfalle. Quest’estate inoltre il nostro orto è stato visitato anche da moltissime libellule. Un grazie particolare va ai genitori e nonni che in primavera zappano il terreno dove i bambini ad aprile/maggio piantano e seminano fiori ed ortaggi che poi curano fino al termine dell’anno scolastico. Durante l’estate genitori e/o nonni a turno accompagnano i loro figli/nipoti a bagnare e curare l’orto, così che quando torniamo a scuola a settembre possiamo ammirare i suoi fiori e raccogliere i suoi frutti”.

“Quest’anno il nostro orto ha dato tanti buoni frutti anche per noi: cavoli, broccoli, finocchi, carote, pomodori, zucchine e zucche – proseguono - Frutti che dall’orto sono andati direttamente nel nostro piatto: nei primi giorni di scuola abbiamo raccolto le “carote mostruose” (perché avevano una forma veramente insolita) con le quali a scuola abbiamo cucinato buonissime torte e preparato un estratto con cui abbiamo fatto merenda tutti insieme; la scorsa settimana abbiamo raccolto le zucche: 8 zucche da mangiare e una grandissima zucca arancione di Halloween! Con le zucche le nostre cuoche, che ringraziamo moltissimo, hanno cucinato un buonissimo passato che abbiamo mangiato in mensa; a novembre raccoglieremo i cavoli che, con la collaborazione dell’Associazione Sportiva di Portula e dell’Associazione Asilo di Portula, saranno l’ingrediente principale della Cena del cavolo”.

Redazione g. c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore