/ ECONOMIA

ECONOMIA | 13 ottobre 2019, 09:05

È stato suggellato il “matrimonio” tra il Gruppo 3A e Despar Italia VIDEO

L’accordo sottoscritto permetterà una reciproca crescita all’insegna di un forte radicamento territoriale

despar

Nei giorni scorsi, nell’ambito di un meeting aziendale che non è eccessivo definire di portata storica, è stato ufficializzato il “matrimonio” tra il Gruppo 3A (Alimentaristi Astigiani Associati) e Despar Italia.

Accordo che rappresenta un ulteriore salto di qualità per la cooperativa astigiana – nata nel 1974 per far fronte all’avanzata della Grande Distribuzione e master franchisee di Auchan Retail per i negozi a insegna Simply, Punto Simply, La Bottega Simply e D’Italy Supermercati dell’Italia nord ovest – che ha chiuso il bilancio 2018 con un bilancio positivo attestatosi su 202 milioni di fatturato.

“Questo passaggio – ha commentato Santo Cannella, amministratore unico del gruppo – ci porterà a un’ulteriore crescita. Fin dal primo contatto, risalente a oltre 2 anni fa, abbiamo subito compreso quanto Despar fosse confacente alle nostre esigenze su territori in cui operiamo da sempre, anche in termini di identità e valori. Per me e per coloro che hanno collaborato a questo accordo il lavoro svolto è stato occasione di grande entusiasmo”.

“Per me è un onore e un piacere essere oggi qui con voi – ha affermato Paul Klotz, presidente di Despar Italia – E’ la mia seconda visita qui ad Asti, ma mi sento già a casa. Non perché vedo il marchio Despar, ma perché entrando qui ho visto prodotti interessanti e persone (i soci del gruppo 3 che hanno preso parte al meeting, ndr.) che li analizzano con interesse. Sono pertanto molto contento di darvi il benvenuto in una realtà, quella di Despar, che riveste grande importanza non solo in ambito europeo, ma bensì mondiale. Siamo presenti su gran parte del territorio italiano e estremamente radicati nel territorio”.

“La scelta del Gruppo 3A di entrare nel mondo Despar – ha confermato il cuneese Marco Fuso, succeduto a Giorgio Guasco alla presidenza del gruppo – significa condivisione dei valori e interessi comuni nello spirito consortile”.Questo accordo porterà, nel breve volgere di alcuni mesi (il completo rebranding dei punti vendita è previsto entro il gennaio 2020), a un netto incremento dei punti vendita del gruppo Despar Italia, che passeranno da 1.244 dislocati in 13 regioni e 66 province a 1.393 punti vendita in 16 regioni e 77 province. 

L’accordo prevede altresì che vengano inseriti nell’assortimento oltre 1.600 prodotti marchiati Despar. Brand, presente in 51 Paesi del mondo, che ha chiuso il 2018 con un fatturato aggregato di 3,5 miliardi di euro.

Dal corrispondente di Asti - g.c.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore