/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 13 ottobre 2019, 12:04

Caso GroupService 2000, Patelli (Lega): "Dobbiamo occuparci del futuro dei lavoratori"

Nei giorni scorsi l'onorevole della Lega ha presentato un’interpellanza urgente per chiedere al Governo in che modo intenda tutelare i dipendenti dell'azienda viglianese, il cui titolare è stato arrestato

patelli

L'onorevole Cristina Patelli

Un’interpellanza urgente per chiedere al Governo in che modo intenda agire per tutelare i dipendenti della GroupService 2000 di Vigliano, i cui ormai ex vertici sono stati coinvolti nell'indagine Leonessa (http://www.newsbiella.it/2019/09/26/leggi-notizia/argomenti/cronaca-5/articolo/mafia-scoperta-una-stidda-con-base-a-brescia-sequestri-e-arresti-anche-a-biella.html) che ha portato all’arresto di tre amministratori della società per reati connessi all’emissione di fatture false (http://www.newsbiella.it/2019/09/28/leggi-notizia/argomenti/cronaca-5/articolo/interrogatorio-di-garanzia-nei-prossimi-giorni-per-imprenditore-biellese-dellistituto-di-vigilanza.html).

È quanto l'onorevole biellese della Lega, Cristina Patelli, ha presentato nei giorni scorsi al Governo: "L’operazione di Polizia che si è svolta negli ultimi giorni di settembre - spiega la parlamentare - e che ha dato un duro colpo alle infiltrazioni della mafia nel nord Italia è certamente una buona notizia, ma oggi è compito nostro e della politica occuparsi di ciò che rimane dopo. Per la comunità biellese lo shock è stato forte ma per i dipendenti della GroupService 2000 il risveglio può essere ancora peggiore. Per questo motivo ho immediatamente portato la loro questione a Roma e intendo farmi carico presso il Ministero dell’Interno e del Lavoro delle loro preoccupazioni. Mi impegnerò personalmente - conclude - affinché i riflettori sui lavoratori della società di vigilanza rimangano ben accesi: non ci possiamo permettere che siano loro a pagare il prezzo più alto in questa vicenda".

bi.me.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore